utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO >

Santilli (Robur) a Andreoni: ''Lesa l'immagine della società''

2' di lettura
1193

Gianni Santilli, amministratore delegato della Robur Basket, invita il capogruppo consiliare Paola Andreoni (DS) a smettere di proporre ai mezzi di informazione una "rappresentazione parziale e distorta" della società sportiva.

di Gianni Santilli
Amministratore Delegato della Robur Basket Soc. Dil. a R.L

Si invia la presente per rappresentarLe il rischio di danno, anche grave, che può essere procurato a questa società sportiva dalle Sue recenti, continue censure sui finanziamenti e contributi pubblici che questa stessa società ha ricevuto.

Per quanto concerne i contributi avuti dal Comune di Osimo, che quest’ultimo, tra l’altro, afferma derivare non da fondi propri di bilancio (e quindi non a carico dei cittadini osimani), ma da pari elargizioni di un Istituto di Credito, il continuo rappresentare ed enfatizzare sulla stampa questo fatto, ha comportato in primo luogo le doglianze degli altri numerosi sponsor i quali hanno visto così affievolire lo scopo primario e promozionale dei loro interventi.

n secondo luogo le Sue continue censure riprodotte dalla stampa, pur non entrando noi nella liceità delle stesse, provocano un danno economico e morale a questa società in quanto la rappresentano presso il mondo esterno, osimano e non, solo quale macchina “succhiasoldi” e non quale importante società sportiva che porta il nome e l’immagine, spesso vincente, della città di Osimo in giro per l’Italia e, soprattutto, che è forte veicolo di promozione dello sport fra i giovani ed i giovanissimi, con tutti i benefici di carattere sociale che ciò comporta.

La rappresentazione parziale e distorta che la S.V. ritiene di fare, anche mediaticamente, di questa società a R.L. rischia di recare anche un danno patrimoniale ed economico alla società stessa, società che, si rammenta, appartiene per il sessanta per cento, ad una società pubblica unipersonale del Comune di Osimo.

La invitiamo, pertanto, pur nel totale rispetto del Suo ruolo di Consigliere Comunale, a non porre in essere azioni pregiudizievoli per questa società sportiva e per ciò che la stessa rappresenta per lo sport osimano e nazionale.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 marzo 2007 - 1193 letture