utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO >

Lega del Filo d'Oro: impegni e incontri di Marzo e Aprile

3' di lettura
1165

Stage sui “Processi di integrazione delle persone con disabilità, disagio sociale e anziane”; partecipazione a Verona al 3° Convegno Nazionale sulla Lingua dei Segni, L.I.S., dal titolo "Dall’Invisibile al Visibile”; riunione del Consiglio Direttivo di D.B.I., Deaf Blind International.

da Lega Del Filo d'Oro
www.legadelfilodoro.it

Ad Osimo, in questi giorni, sono presenti per uno stage presso la sede centrale della Lega del Filo d’Oro, 1 professore e 9 studenti di un master internazionale sui “Processi di integrazione delle persone con disabilità, disagio sociale e anziane”.

Nato dalla collaborazione di università di vari paesi, il progetto, sulla base di una convenzione sottoscritta con l’Istituto Universitario di Scienze Motorie di Roma, ha portato nelle Marche un gruppo di stagisti provenienti da Brasile, Spagna e Italia che rimarranno a ‘studiare’ la realtà dell’Associazione osimana fino a venerdì prossimo.

L’iniziativa si colloca nell’ambito delle attività istituzionali e delle collaborazioni con Enti ed Associazioni che, in questo un periodo, vede la Lega del Filo d‘Oro impegnata in un fitto calendario d’impegni.

E’ della scorsa settimana la partecipazione a Verona al 3° Convegno Nazionale sulla Lingua dei Segni, L.I.S., dal titolo "Dall’Invisibile al Visibile”, organizzato dall’ENS, Ente nazionale sordi. Nell’ambito delle tre giornate di lavori che hanno coinvolto oltre un migliaio di persone, ha suscitato grande interesse l’intervento di due rappresentanti del Comitato delle persone sordocieche della Lega del Filo d’Oro che hanno presentato l’esperienza della LIS tattile, L.I.S.T..

Da qualche anno infatti, all’interno dell’Associazione osimana, un gruppo di sordociechi, principalmente persone sorde che hanno perso la vista nel corso della vita, sta utilizzando e sviluppando (cercando, quindi, di darsi anche un codice unico, ad oggi ancora assente) una variante della LIS che prevede, oltre alla ‘lettura’ dei segni attraverso il reciproco contatto tra le mani delle persone che stanno comunicando, anche ulteriori ’accorgimenti’ nella creazione di un completo e soddisfacente scambio informativo ed ambientale.

Ad aprile, invece, sempre ad Osimo, si riunirà il Consiglio Direttivo di D.B.I., Deafblind International, l’organizzazione di coordinamento di tutte le associazioni che nel mondo si occupano di sordocecità e pluriminorazioni psicosensoriali. Sarà l’occasione per una prima presa di contatto con la realtà marchigiana in vista dell’organizzazione, affidata alla Lega del Filo d’Oro, della Conferenza Europea che si terrà a Senigallia nel 2009.

Nelle foto: Due fotografie del Convegno Nazionale sulla Lingua dei Segni che si è recentemente tenuto a Verona: nella prima, i rappresentanti della Lega del Filo d‘Oro sul palco dopo l’intervento che li ha visti protagonisti; nella seconda, un momento della conferenza, l’interprete riporta i contenuti delle diverse relazioni attraverso la LIS tattile al membro del Comitato delle persone sordocieche della Lega del Filo d’Oro




ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 22 marzo 2007 - 1165 letture