utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO >

Moresi sul centro Matta: corsi in progetto e una rassegna artistica

3' di lettura
1617

Il regista Giacomo Moresi, direttore artistico e organizzatore degli eventi del Matta, presenta le varie e numerose proposte avanzate per i corsi da tenersi nel Centro ed esprime la volontà di utilizzare il Matta per ospitare eventi artistici quali spettacoli teatrali, mostre, presentazioni di libri.

di Giacomo Moresi

"Ad oggi l'associazione Asso che ha in gestione il Matta sta verificando le possibilità di gestione del locale che a breve diventerà anche la sede dell'informagiovani. Tale verifica per ovvi motivi burocratici si sta prolungando a discapito della gestione del centro che ad oggi è gestita da un gruppo di ragazzi che giornalmente ideano e attuano iniziative autonomamente.

Il giorno dell'inaugurazione sono stato presentato come direttore artistico e organizzatore degli eventi del Matta, incarico che mi è stato proposto qualche mese fa e per il quale mi sono attivato affinchè il centro funzionasse e fosse in linea con la mission che ci siamo posti.

Già da tre settimane è partito il MOS (Musical Opera Studio) con due classi, una Junior e una Senior corso, che prevede lo studio delle tre discipline fondamentali del teatro (canto - danza - recitazione) e finalizzato alla messa in scena di una commedia musicale finale, corso che sta riscuotendo un grande successo e interesse viste le numerose adesioni.

Il centro che già trasuda per conformazione e struttura un'atmosfera storica e culturale e che si affaccia su uno splendido panorama dovrà secondo il mio avviso ospitare eventi artistici quali spettacoli teatrali, mostre, presentazioni di libri etc. nel pieno rispetto della sua ubicazione nel centro storico cercando con ciò di portare e coinvolgere i giovani osimani.

Perciò sto selezionando una serie di spettacoli che formeranno un mini cartellone teatrale, cartellone che nella prossima stagione sarà compilato in concerto con la Asso e altri teatri della provincia.

Arriveranno comici, musicisti e compagnie a movimentare le serate osimane, con un rassegna veramente ricca di appuntamenti. Il locale che è già diventato un riferimento per il teatro osimano, sarà utilizzato anche per altre attività e corsi, dalla musica al canto, dalla dizione alla cinematografia, fotografia e scenografia.

Tra le proposte presentate ci sono:

Corso di Musical
Corso di Teatro
Corso di Dizione
Corso di Cabaret e improvvisazione
Rassegna teatro comico
Rassegna gruppi musicali e teatrali emergenti
Gemellaggi con altri centri italiani
Corso di cinematografia finalizzata al cortometraggio
Rassegna di cortometraggio
Corso di fotografia
Mostre d’arte e di fotografia
Presentazione di libri
Rassegna cineforum a tema
Progetto editoriale finalizzato ad un giornalino bimestrale
Organizzazione di feste a tema
Organizzazione del primo ballo delle debuttanti osimane
Concerti musica jazz
Serate talk show con interviste a personaggi noti e non
Corso di scenografia
Corso di costumeria
Corso di trucco scenico


Giovani veri e “giovani dentro” dovranno venire al Matta per il teatro, arte, cultura, musica, radio e per stare con gli amici. Sano divertimento nel rispetto delle regole che il Matta indicherà e farà rispettare ai tutti i fruitori del centro incaricando alcune persone del rispetto di esse. Un fulcro per la vita dei giovani osimani e non, che potranno frequentare il centro nel pomeriggio e partecipare ai corsi che si susseguiranno dopo cena.

L'evento successo lo scorso sabato (Una coppia di residenti si è lamentata per il chiasso in orario inappropriato provocato dai giovanissimi ragazzi partecipanti a una festa ospitata dentro il centro Matta, N.d.R.) si è trattato di una scelta piuttosto azzardata della Asso che ha deciso di affittare il posto per una festa privata, decisione presa e concessione data senza assolutamente consultarmi e/ o coinvolgermi.

Purtroppo devo dissociarmi da tale decisione e sono dispiaciuto degli eventi accaduti che spero vivamente non si replicheranno. Affittare il locale potrà continuare ad essere possibile ma solo previa individuazione di un servizio di security e controllo che garantisca lo svolgimento di feste ed eventi nel pieno rispetto delle norme di civile convivenza."


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 17 marzo 2007 - 1617 letture