utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO >

Piccoli campioni crescono: il Torneo Volkswagen Junior a Osimo

5' di lettura
1650

Si è svolta presso il Salone del Municipio di Osimo la conferenza stampa di presentazione della tappa di Ancona del Torneo Volkswagen Junior Masters, in programma domenica 18 marzo presso i campi sportivi del Santilli e del San Carlo di Osimo.

da STUDIO GHIRETTI

Volkswagen Junior Masters 2007 è un torneo di calcio giovanile, organizzato dalla Casa Automobilistica tedesca e rivolto a ragazzi tra gli 11 e i 13 anni. In Italia il torneo è stato organizzato in collaborazione con il C.S.I. (Centro Sportivo Italiano) e coinvolgerà circa 2500 ragazzini.

Volkswagen Junior Masters arriva ad Ancona in questa seconda edizione, dando l’opportunità a ben 240 giovani giocatori del capoluogo marchigiano e dintorni di partecipare ad un divertente torneo che dopo le finali locali, si concluderà presso il Centro Tecnico Federale di Coverciano, in programma il 14 e 15 aprile.

Con questa iniziativa Volkswagen vuole sostenere e diffondere lo sport del calcio giovanile concepito nei suoi valori più puliti di passione, divertimento, lealtà e spirito di squadra.

Ad aprire la conferenza stampa è stato il neopresidente provinciale del CONI, Fabio Luna “In pochi giorni di presidenza mi sono già reso conto di quanto sia vivace il nostro territorio anconetano in ambito sportivo. La manifestazione promossa dal CSI e dalla Volkswagen è una lodevole iniziativa per abbinare lo sport all’insegnamento dei valori profondi del vivere assieme, in linea proprio con l’intento della nuova presidenza del CONI provinciale, il quale farà il possibile per sostenere in futuro eventuali iniziative del genere, orientate a riportare il sorriso ai ragazzini che praticano sport”.

L’Assessore allo Sport della Provincia di Ancona, Stefano Gatto, ha poi ringraziato “il CSI per le attività svolte in ambito sportivo, perché in questo senso cerca di promuovere esperienze di crescita e di educazione giovanile, soprattutto oggi che sono così in crisi”.

E’ intervenuto anche Francesco Pirani, Assessore allo Sport del Comune di Osimo, che ha dato invece il benvenuto a tutti i partecipanti e ha ringraziato il comitato organizzatore per aver scelto Osimo quale sede di una delle dodici fasi preliminari della Volkswagen Cup. “L’obiettivo – ha precisato Pirani- dovrebbe essere quello di ripercorrere una strada abbandonata, cioè educare attraverso lo sport, inteso come gioco e non come esperienza che comprometta la crescita esistenziale dei ragazzini. Siamo noi adulti a dover dare il buon esempio, esaltando la partecipazione alle attività ludico-sportive sempre con il sorriso e non con lo stress del risultato da raggiungere a tutti i costi. Auguro quindi a tutti i giovani che domenica scenderanno in campo di divertirsi serenamente”.

Il responsabile del settore giovanile dell’U.S.Osimana, Mauro Mandolini, sottolinea come sia sempre più importante contare su di un settore giovanile prolifico e ben organizzato, anche all’interno di società dilettantistica e ha poi ringraziato apertamente il CSI locale “per aver dato un’occasione ai giovani calciatori osimani di poter essere protagonisti di un’esperienza educativa di rilievo nazionale come la Volkswagen Junior World Masters”.

Un doveroso ringraziamento alle Istituzioni locali e alle Associazioni Sportive che hanno dato il pass all’utilizzo degli impianti è stato fatto dal presidente del CSI Osimo Simone Pugnaloni, il quale ha fortemente voluto la “sua” Osimo come sede dell’evento.

Nei dettagli del torneo è invece intevenuto Riccardo Trillini , membro di presidenza del centro zonale di Ancona e consigliere regionale del CSI Marche: “nel Volkswagen Junior Masters c’è l’obbligo di far giocare tutti i ragazzini partecipanti ad almeno una gara. Questo per far si che ognuno possa mettersi in gioco e confrontarsi con se stesso e con gli altri, rispettando le persone e le regole attraverso il messaggio cristiano di cui il CSI si fa portatore, ovvero quello di un sport bello, sereno e motivo di incontro e aggregazione sociale.

Infine è Cristiano Taviani, responsabile tecnico-organizzativo della manifestazione in ambito locale, che ha illustrato le modalità di svolgimento del torneo: “oltre alla vincitrice tecnica della manifestazione, ovvero colei che vincerà la finale prevista al Santilli nel primo pomeriggio di domenica, verrà premiata anche la vincitrice della classifica fair play, in ossequio ai valori dello sport sano che il CSI e il gruppo Volkswagen vogliono promuovere nell’occasione”.

Parallelamente al torneo di calcio ad 11, è stata indetta l’iniziativa “Gioco di idee giovanili: Tifo Positivo”.Si tratta di un pensiero, uno slogan sul tifo positivo, che ogni atleta partecipante potrà lasciare al suo concessionario Volkswagen attraverso la quale si è iscritto al torneo. Una giuria individuerà e premierà, sempre domenica prossima, i sette slogan più coinvolgenti e originali.

Tra le formazioni partecipanti alla tappa marchigiana della Volkswagen Cup vanno segnalate le selezioni giovanili dell’Osimo calcio, della Passatempese, della Junior Jesina, del Corinaldo calcio, del Ponterosso Ancona, dell’Azzurra Fermo, dello Spes Valdaso, del Mandolesi Porto San Giorgio, del CSI Jesi e dell’Oratorio Marzocca.

Al termine della conferenza, infine, sono stati ringraziati i Concessionari abbinati alle varie squadre (Esina Car, Viavai, Marche Motori, Luzi Senigallia) e i Partner che appoggiano l’iniziativa: A-Line, Ringo, Atari e la rivista Calcio2000.




Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 15 marzo 2007 - 1650 letture