utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO >

Provinciali: gli 11 punti tra le priorità del Centro Sinistra

2' di lettura
1044

Le forze politiche del centro sinistra di Osimo, Udeur – Margherita – Centro per l’Ulivo – Italia dei Valori, Democratici di Sinistra, Comunisti Italiani, Rifondazione Comunista,Verdi, si sono riunite al completo per formulare le loro idee e proposte da far confluire nel programma dell’Unione per le prossime consultazioni provinciali di questa primavera.

da Osimo News
www.osimonews.it

Dall’incontro sono emerse le seguenti priorità che direttamente o indirettamente coinvolgono il territorio dell’osimano, e che verranno portate avanti dai candidati del centro sinistra nei collegi osimani .

1) Tutela dell’ambiente e del territorio con una più puntuale applicazione dei piani provinciali appositamente predisposti.

2) Viabilità: migliorare e potenziare la viabilità esistente, attuazione del previsto potenziamento e allargamento della intervalliva della Valmusone con realizzazione e completamento dei By-pass delle frazioni di Campocavallo e Padiglione. Realizzazione delle prevista rotatoria ad Osimo Stazione e soluzione del nodo dell’Aspio. Prevedere una nuova ed adeguata viabilità per il nuovo Ospedale.

3) Realizzazione del “polo della formazione professionale” per meglio favorire l’occupazione e l’avvio dei giovani al mondo del lavoro, instaurando un rapporto diretto con le imprese. Costituzione ad Osimo della sede staccata dell’Agenzia del Lavoro.

4) Creazione di impianti sportivi ed ottimizzazione di quelli esistenti di proprietà della provincia con gestione diretta delle società sportive minori. Favorire, con Osimo capofila, l’aggregazione tra i comuni limitrofi per la realizzazione di nuovi impianti.

5) Miglioramento delle strutture scolastiche con adeguamento della viabilità a loro servizio. Ritorno ad Osimo dell’Istituto Psico-Pedagogico (ex Magistrale).

6) Alienazione al Comune di Osimo sotto vincolo di destinazione a ospitare locali comunali per servizi ai giovani (per es. Informagiovani) dell’immobile ex-ITCG Corridoni sito in Via Pompeiana.

7) Incremento della politica dell’edilizia pubblica sovvenzionata, investendo risorse sull’ERAP (ex IACP) a beneficio delle fasce deboli.

8) Incremento del trasporto pubblico urbano, favorendo l’aggregazione tra soggetti erogatori del servizio al fine di ridurne i costi.

9) Ciclo dei rifiuti. Realizzazione di centri per la raccolta dei rifiuti speciali.

10) Attuazione di una politica del turismo con la creazione di percorsi turistici con collegamenti ad altri siti vicini come ad esempio il Parco del Conero.

11) Sviluppo a livello provinciale di politiche per la sicurezza dei cittadini.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 08 marzo 2007 - 1044 letture