utenti online

La visita pastorale del Vescovo Menichelli parte da Osimo

2' di lettura 30/11/-0001 -
Ieri il Commissariato di Polizia di Osimo, alla presenza del questore di Ancona Giorgio Iacobone, ha accolto il Vescovo Menichelli al principio del suo viaggio pastorale per la diocesi...

di Michela Sbaffo
redazione@vivereosimo.it


E’ cominciata la visita pastorale del vescovo Edoardo Menichelli attraverso tutte le 72 parrocchie della diocesi di Ancona-Osimo: durante questo lungo pellegrinaggio Menichelli incontrerà non solo i responsabili ecclesiastici locali, ma anche le autorità e le forze dell’ordine.

Il viaggio del vescovo sarebbe dovuto cominciare il 22 gennaio e da Filottrano, ma per un’indisposizione di Menichelli si è ritenuto opportuno rimandare l’esordio della visita pastorale solo ad avvenuta guarigione del vescovo.

Oggi perciò prima tappa a Osimo, presso il Commissariato di Polizia. Il commissario e vice questore dott.ssa Mariella Pangrazi, rappresentanti delle squadre volanti, anticrimine, degli uffici e Don Quirino Capitani, parroco della SS. Trinità, hanno accolto il vescovo accompagnato dal questore di Ancona dott. Giorgio Iacobone.

Proprio il questore ha preso la parola ringraziando il vescovo della sua visita e intessendo un paragone tra l’attività della Chiesa e quella delle Forze dell’Ordine: entrambe sono svolte sotto il segno dell’altruismo e del sacrificio. Iacobone ha quindi voluto ricordare con commozione la memoria del collega Raciti ucciso nei disordini di Catania al termine di una partita di calcio.

“Eccesso della stupidità e della vergogna”. Così il vescovo Menichelli ha definito quanto accaduto a Catania, aggiungendo che “i ragazzi in sé sono buoni, ma hanno una cattiva maestra (riferendosi in particolar modo alla televisione)”. Prevalgono perciò la logica del guadagno veloce e senza rischio senza che più ci si curi di valori essenziali quali la dignità e il rispetto degli altri. In questo scenario il compito delle forze dell’ordine è “servire – ha continuato Menichelli- con pazienza e sacrificio”.

Al termine della visita, il questore Iacobone ha regalato al vescovo un libro “I Capi della Polizia – La Storia della Sicurezza Pubblica attraverso le strategie del Viminale”. Menichelli ha apposto una sua personale dedica alla riproduzione litografica di una lamina argentea dell’VIII secolo raffigurante San Leopardo che, gentilmente offerta dal Museo Diocesano, adornerà i locali della Polizia a ricordo della visita.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 09 febbraio 2007 - 1193 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV