utenti online

Imesa Osimo, Cioppi: “Tutto il nostro orgoglio per battere Firenze”

2' di lettura 30/11/-0001 -
Per la quinta di ritorno, la formazione roburina non potrà contare oltre che su Panichi, su Macchniz, con Bucci che è in forse per un’influenza

da Imesa Osimo
www.gsroburosimo.it


“L’emergenza è finita perché siamo ai minimi termini come numero di giocatori disponibili. Abbiamo sì recuperato Gurini, ma abbiamo ancora fuori Panichi, che speriamo torni a lavorare con noi a fine mese; Macchniz a Firenze non sarà disponibile, in quanto il recupero dell’infortunio prevede ancora una settimana di stop; Pazzi non si è potuto allenare fino a mercoledì, ieri è tornato in campo e domenica ci sarà anche se non sarà al top della condizione; Calbini ieri l’abbiamo precauzionalmente fermato per un risentimento muscolare, sarà comunque del match; infine, Bucci è da mercoledì a letto con 39 di febbre, alle prese con una brutta influenza; in questo caso speriamo di recuperare il giocatore, ma se sarà della partita il suo rendimento sarà ovviamente limitato”.

Questa è la delicata situazione in casa Imesa Osimo come spiega il coach Stefano Cioppi. Venendo a parlare della prossima avversaria, l’Everlast Firenze, Cioppi ha dichiarato: “Credo che Firenze sia tra le squadre più forti di questo girone, e il fatto che non si trovi immediatamente dietro alla capolista Brindisi sia solo dovuto ad una serie di infortuni che ha colpito anche loro. Una squadra già forte alla partenza del campionato, con i vari Abbio, Monti, Monzecchi, che si è ulteriormente potenziata con l’arrivo in corso di stagione di Federico Bolzonella (play). Quella che andremo ad affrontare sarà una partita difficilissima perché noi saremo assolutamente incompleti, con quasi mezza squadra che sarà composta da juniores, poi per il fatto che Firenze sta recuperando giocatori infortunati, ed infine, perché ci troveremo di fronte una squadra molto arrabbiata per la sconfitta di domenica a Trapani (100-80) e che contro di noi giocherà al massimo per cancellare quel passo falso”.

“Per quanto ci riguarda –ha concluso Cioppi- giocheremo la nostra solita partita, fatta di orgoglio e tanta buona volontà in attacco e altrettanta umiltà e fatica in difesa. Da martedì saremo comunque di nuovo in palestra a rimboccarci le maniche per un’altra grande sfida che ci attende contro il Prima Veroli (attualmente seconda in classifica, ndr.)”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 febbraio 2007 - 1360 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV