utenti online

Sbanda con l'Ape: muore a 16 anni sulla Flaminia I

2' di lettura 30/11/-0001 -
Lorenzo Cupido, 16 anni, è morto martedì pomeriggio perdendo il controllo del suo mezzo, un Ape, e impattando contro una Fiat Punto che sopraggiungeva dalla direzione opposta....

di Redazione


É morto a 16 anni, alla guida dell’Apecross che gli era stato regalato dal padre appena due giorni fa.

Lorenzo Cupido voleva passare un pomeriggio al Carrefour in compagnia di un suo amico per trovare qualche accessorio per il suo nuovo mezzo.

Perciò alla guida dell’Apetto e seguito dall’amico Michele Scansani, anche lui in apecross, proveniendo da Osimo aveva imboccato la Flaminia I in direzione Osimo Stazione.

All’altezza della penultima curva a destra prima dell’incrocio semaforico -erano le 15,15 circa- Lorenzo ha perso il controllo del mezzo, che, ribaltatosi, ha invaso la corsia opposta ed è stato centrato in pieno da una Fiat Punto che sopraggiungeva.

La ragazza alla guida della Punto, Federica B., 23 anni, di Osimo Stazione, ha frenato quanto più possibile ma l’impatto è stato inevitabile e fatale per il giovanissimo pilota.

Il 118, immediatamente allertato, si è mosso con tutti i mezzi a disposizione, ad eccezione dell’eliambulanza che non è potuta decollare data la fitta nebbia. I Vigili del Fuoco sono dovuti intervenire per liberare il corpo del giovane dalla prigione di lamiere in cui si era trasformato l’Apetto.

L’amico Michele, che ha assistito impotente al tragico scontro, ha chiamato subito la madre di Lorenzo. Il padre Franco, contitolare dell’officina Iveco F.C. snc, sita ad appena 400m dal luogo dello scontro, appena avvertito dell’accaduto dalla moglie, si è precipitato sul posto. Lorenzo però era già morto. Estratto dal guscio spezzato dell’Apetto, non sono valsi a nulla i disperati tentavi di rianimarlo. In stato di choc la 23enne alla guida della Punto.

Lorenzo abitava a Passatempo con i genitori Daniela e Franco e un fratellino di appena 8 anni. Studiava all’Isis di Osimo, in piazzale S.Carlo, ed aveva una grande passione: i motori. Tutti gli amici lo ricordano come un ragazzo sorridente, vivace, capace di eseguire in scioltezza piccoli interventi meccanici.

Ricevere in regalo l’Apetto era stata per lui una grande gioia di cui parlava con tutti: prima aveva uno scooter50 e il padre aveva deciso di donare a Lorenzo un Ape per evitare che prendesse freddo (cosa che invece con lo scooter succedeva regolarmente) negli spostamenti quotidiani da Passatempo a Osimo.

I funerali oggi alle 15, a Passatempo.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 gennaio 2007 - 3420 letture

In questo articolo si parla di cronaca

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/envc





logoEV
logoEV