utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

Alba, luce piena, sera, costellazioni: Francesca Merloni alla Fenice

2' di lettura
2028

Giovedi 28 Francesca Merloni si è esibita presso il teatro La Nuova Fenice nel suo recital musical-poetico "Passo delle Costellazioni"...

di Michela Sbaffo
redazione@vivereosimo.it
Alba, luce piena, verso sera, costellazioni: 4 atti, quattro distinti momenti del ciclo continuo di luce e ombra, quattro àncore sicure nel volo dell’anima, affamata di vertiginose altezze. “Di vento si vive / e di tempesta / niente di meno / è degno di nota”.

Passione accesa d’amore, fraterna, o filiale: sono i sentimenti a guidare il timone di un’anima che, pur sentendo tutta l’imperfezione dell’essere semplice materia umana (“anima imperfetta / errante” ), desidera ascendere fino a “passeggiare tra nebulose e stelle”.

I semplici atti quotidiani così come le persone possono improvvisamente mutare in essenze naturali, purificandosi: mare o quercia, acqua o vento, innumerevoli metamorfosi, e la scena si trasforma incessantemente. Le stelle sono impronte lasciate dalla persona che si ama, il “Domani è freccia al mio arco teso”.

Francesca si muove per il palcoscenico, vestita interamente di una lunga ed essenziale veste bianca, sotto l’incrocio delle luci calde, accese o soffuse, a suggerire il momento del giorno e il diverso sentire delle parole. Versi che scorrono, scritti a mano e proiettati sulla nera scena, come fissati su un immaginario cielo notturno dove, all’ultimo atto, sorgeranno le stelle.

Parole e note. Viola, piano, sax, chitarra non si limitano ad accompagnare il fluire delle immagine ma, con apparizioni corali o assoli, fanno proprio il palco, imitando i suoni della natura o raccogliendo in onde melodiche le suggestioni poetiche. Quando poi è il momento che sia la sola musica a parlare Francesca si siede a parte, come fosse una qualsiasi spettatrice...

Folto il pubblico in sala, composto esclusivamente da invitati all’evento, e tante le autorità presenti: l’Ambasciatore d'Italia presso la Santa Sede, Giuseppe Balboni Acqua; il Presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, l’Onorevole Francesco Merloni, il Console Onorario della Federazione Russa ad Ancona, Prof. Armando Ginesi. L’Ambasciatore della Federazione Russa in Italia, Alexey Meshkov, purtroppo non è potuto essere presente poiché trattenuto da impegni a Mosca. Lo spettacolo, da fine agosto già replicato più volte in Italia, sarà con ogni probabilità riproposto proprio in Russia.



Francesca Merloni e Franco Guercio


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 dicembre 2006 - 2028 letture