utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO >

Liste Civiche, ospedale di rete: ''Nessuna risposta da Asur e Regione''

2' di lettura
1052

Le Liste Civiche denunciano che ormai da più di tre mesi la pratica relativa al rilascio al Comune di Osimo delle autorizzazioni per i lavori dell’Ospedale della Bassa Valle del Musone giace sul tavolo di Asur e Regione.

da Liste Civiche

Le Liste Civiche denunciano pubblicamente il fatto che ormai da più di tre mesi la pratica relativa al rilascio al Comune di Osimo delle autorizzazioni inerenti la legge 20 per i lavori dell’Ospedale della Bassa Valle del Musone, giace immobile sul tavolo del dottor Aprile della Asur e su quello del dottor Maffei della Regione Marche.

In questi tre mesi i dirigenti del Comune di Osimo hanno quotidianamente telefonato per sollecitare le autorizzazioni, ricevendo assicurazioni verbali che mai hanno però trovato conferma nei fatti.

Il gravissimo e colpevole ritardo che va a sommarsi ai ritardi decennali di questa opera fondamentale per la nostra comunità scaturisce dalla precisa volontà politica della Regione di portare in Osimo la sede dell’Inrca. Sarebbe quindi ora di richiamare alle loro responsabilità e ad una azione in favore della nostra comunità locale soprattutto i dirigenti osimani della Margherita, i quali un anno fa garantivano la partenza dei lavori del nuovo ospedale, ironizzando sulle perplessità espresse dalle Liste Civiche.

Chiamiamo a raccolta anche tutti gli altri Comuni dell’area interessata, perché non si abbandoni la battaglia per l’Ospedale, ma si continui a inchiodare la Asur e la Regione alle proprie responsabilità e agli impegni assunti.

Nel frattempo, tutto tace a livello di comunicazione nei confronti della nostra città in merito alle problematiche del Muzio Gallo. Quando la gestione dell’opera era in mano al Comune, sembrava che la Lega del Filo d’Oro volesse addirittura abbandonare la città di Osimo, a seguito dei ritardi realizzativi; invece, ora che la questione è in mano ad altri enti e i ritardi sono diventati abissali, sembra che alla Lega del Filo d’Oro vada tutto bene, visto che non oppone più alcuna resistenza.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 17 novembre 2006 - 1052 letture