Confcommercio: dialogo con gli Enti ed aggiornamento continuo

3' di lettura 30/11/-0001 -
Tanti operatori alla riunione al Coc di Osimo stazione per i danni dell’alluvione. Dialogo con gli Enti, efficienza ed aggiornamento continuo: l’impegno della Confcommercio.

da Confcommercio di Ancona


Massiccia l’affluenza di operatori del terziario e della PMI che martedi 26 settembre hanno preso parte all’incontro organizzato e voluto dalla Confcommercio della provincia di Ancona - presso il Coc (centro sociale) di Osimo Stazione - a seguito dei gravi danni causati dal nubifragio del 16 settembre e al fine di fare il punto sulla situazione di emergenza venutasi a creare.

In rappresentanza dei comuni maggiormente colpiti dall’alluvione erano presenti Stefano Balzani, Sindaco di Offagna, Carmine Di Giacomo, Sindaco di Camerano, l’Assessore del Comune di Osimo Francesca Triscari, Tersilio Marotta, Vice Sindaco di Castelfidardo; per la Confcommercio il Presidente Rodolfo Giampieri, il Direttore Dott. Massimiliano Polacco e Renato Frontini, Presidente della Delegazione Confcommercio di Osimo; c’erano anche i rappresentanti dell’Ania (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici) e la Dott.ssa Sarda Cammarota per la Protezione Civile Regione Marche.

Durante l’incontro, sentito come urgente e necessario da tutti i partecipanti, sono stati resi noti gli esiti del confronto che la Confcommercio ha avuto con la Regione Marche e con la protezione Civile: la Confcommercio ha sottolineato loro l’importanza di non disperdere le esperienze, seppur negative, maturate in occasione del terremoto del ’97 e di seguire quindi le stesse importanti fasi al fine di risollevare il settore e consentire una rapida ripresa delle attività.

Nella prima fase perciò procedere alla copertura dei danni diretti per quelle aziende non coperte da assicurazione e in una seconda fase ottenere il risarcimento del lucro cessante ossia del mancato guadagno, vista la particolare dinamica economica del settore della distribuzione e del commercio.

Alla Regione Marche, la Confcommercio ha poi di nuovo ribadito la necessità che siano risarcite tutte le aziende di tutti i settori, comprese quelle del commercio, senza esclusione di nessun settore.

Altro dato emerso è che, con martedì sera, l’Ania ha concluso lo studio dell’entità dei danni rilevando, nota negativa, che solo una piccolissima percentuale delle aziende censite è coperta da assicurazione per il risarcimento delle perdite subite.

Questo particolare e delicato punto che concerne le assicurazioni è stato poi evidenziato anche dagli operatori stessi che sono intervenuti sull’argomento: si è riscontrato infatti che le assicurazioni coprono altri tipi di calamità escludendo il caso dell’alluvione, facendo leva su cavilli tecnici così da non accollarsi il danno. Per questo motivo la Confcommercio seguirà questo importante aspetto con molta attenzione per trovare una soluzione.

Gli operatori del terziario hanno infine sollevato ulteriori specifiche problematiche tecniche legate alla gestione finale del magazzino andato perduto, lo smaltimento della merce distrutta dall’alluvione o la cassa integrazione dei dipendenti.

La Confcommercio, che sin dalle prime ore del disastro si è attivata a favore delle attività colpite, si è impegnata ad aggiornare ed informare le aziende sulle questioni sollevate e sulle operazioni di ripristino dell’intero settore, ponendo tutte le informazioni utili e le relative notizie sul sito: www. confcommercio.an.it





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 28 settembre 2006 - 952 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV