1000 cartoline, un secolo di storia, 20 anni di lavoro: grazie ''Perpé''!

3' di lettura 30/11/-0001 -
20 anni di passione lo hanno portato ad accumulare più di mille cartoline della nostra città dal primo novecento ad oggi: è ora in mostra presso i locali del Centro Culturale “San Silvestro” di via Pompeiana fino al 21 settembre la collezione di “Perpé”, al secolo Moreno Frontalini.

di dott. Franco Copparo


Ad Osimo, dove esercita la nobile arte di panettiere e pasticciere, tutti lo conoscono con il soprannome di “Perpé”, al secolo Moreno Frontalini. Ma il buon Moreno, mentre si adopera alacremente a provvedere agli alimenti per il corpo, non tralascia di pensare a come nutrire anche lo spirito.

Sono ormai circa 20 anni, infatti, che questo osimano verace si è fatto prendere da una travolgente passione culturale: quella di ricercare e collezionare cartoline d’epoca della propria città natale. E’ così che il nostro personaggio, domenica dopo domenica, di mercatino in mercatino, è riuscito a raccogliere con pazienza certosina, più di mille cartoline che documentano i cambiamenti urbanistici della città, dal primo novecento ad oggi.

Da qualche giorno queste cartoline, grazie all’iniziativa dell’Associazione “Italia Nostra” in collaborazione con il circolo filatelico “Giannetto Canapa”, sono esposte in una mostra presso i locali del Centro Culturale “San Silvestro” di via Pompeiana.

Ad Osimo una mostra così non si era mai vista e i visitatori, attratti da un passaparola contagioso, si presentano sempre più numerosi restando ammirati davanti a tanta ricchezza e varietà di immagini, molte delle quali mai viste prima, e si intrattengono con il curatore per elogiarlo e manifestargli gratitudine.

Insomma il nostro “Perpé” è riuscito a sbalordire tutti sfornando questa volta non la solita fragrante “filetta” ma un ricco “filone” fatto di squisite cartoline per palati sopraffini. Gli osimani, che in quelle immagini si immedesimano, rivivono con la memoria i tempi andati, pieni di tanti ricordi e di sentimenti mai del tutto svaniti.

E’ quindi grazie alla caparbietà di questo volenteroso, pieno di amore verso la propria città, se molti visitatori avranno la possibilità di poter effettuare un fantastico viaggio nel passato, nella Osimo dei nostri padri e dei nostri nonni, un viaggio lungo più di un secolo.

Ci auguriamo che questo importante patrimonio iconografico, dalla duplice valenza culturale e storica, non vada disperso, e che possa andare a costituire, con il concreto e fattivo intervento delle istituzioni preposte, un’apposita pubblicazione.

La mostra, che rimarrà aperta al pubblico sino al 21 settembre in concomitanza con le feste in onore di San Giuseppe da Copertino, Patrono della città, è visitabile con il seguente orario: tutti i giorni dalle 18,00 alle 20,00; festivi anche il mattino, dalle ore 10,00 alle 12,00.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 13 settembre 2006 - 1010 letture

In questo articolo si parla di





logoEV