Liste Civiche: ''La Provincia non dialoga con Osimo''

2' di lettura 30/11/-0001 -
In questa nota le Liste Civiche lamentano la scarsa disponibilità della Provincia al confronto e alla concertazione con il Comune di Osimo in relazione a temi che riguardano la nostra stessa città.

da Liste Civiche


Le Liste Civiche contestano le modalità con cui la Provincia di Ancona si rappresenta nella zona di Osimo per affrontare le problematiche sul tappeto. Tali modalità, infatti, non contemplano mai il confronto e la concertazione con il Comune di Osimo.

L’ultima vicenda di tal genere è rappresentata dalla installazione dei guard-rail in via d’Ancona, senza alcuna preventiva informazione da parte della Provincia di Ancona al Comune di Osimo. In compenso, l’assessore Gatto ha sbandierato che l’iniziativa è tesa a coprire le carenze del Comune di Osimo, imputando all’Amministrazione Comunale la mancata realizzazione di un marciapiede in via d’Ancona.

Le Liste Civiche contestano il fatto che la Provincia continui, per mezzo dell’assessore Gatto, a comportarsi in questa deplorevole maniera. L’esempio fatto è solo l’ultimo di una lunga serie che comprende la campagna elettorale per la pulizia dei fossi demaniali e non, il fatto che nell’ampliamento di via Aldo Moro l’Amministrazione Comunale non è stata mai coinvolta per quanto riguarda le operazioni collaterali (sono purtroppo ben lontani i tempi in cui il Presidente Mastri colloquiava con il Comune prima di ogni intervento di natura scolastica), la sbandierata campagna contro il Comune di Osimo per l’Ikea a Osimostazione, la totale carenza di partecipazione alla risoluzione della problematica del Corridoni e della viabilità di accesso al Corridoni (quest’ultima necessità rimasta inevasa nonostante le promesse personali dell’assessore Gatto).

Se questo è il modo di rapportarsi della Provincia, visto che siamo ormai prossimi al rinnovo del Consiglio Provinciale, nei prossimi mesi è lecito aspettarsi che il suo rappresentante nella zona di Osimo continui, da un lato, ad “appropriarsi” delle opere realizzate dal Comune di Osimo e dall’altro a scaricare sull’Amministrazione Comunale le polemiche per le opere scelte unilateralmente da Gatto.

Un tale comportamento è già stato tenuto per quel che riguarda il guard-rail di via d’Ancona, sul quale molte persone hanno sollevato dubbi o perplessità, rapportandosi con il Comune proprio perché indirizzativi deliberatamente dall’assessore Gatto.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 31 agosto 2006 - 903 letture

In questo articolo si parla di





logoEV