utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

Hiroshima e Nagasaki nuove città gemellate con Recanati

2' di lettura
1221

Hiroshima e Nagasaki, le due città giapponesi divenute simbolo per il mondo intero dell’atrocità e dell’assurdità della guerra, hanno avviato con l’Amministrazione Comunale un percorso che le porterà, ad ottobre, a siglare un gemellaggio ufficiale con la città della Poesia.

da Comune di Recanati
Le due municipalità giapponesi hanno già partecipato lo scorso 2 luglio, insieme a una quindicina di altri centri di tutto il mondo, alla cerimonia del Gemellaggio poetico: un’iniziativa unica promossa dal Comune con la collaborazione dell’artista Vittorio Bianchi, che lega nel nome della poesia e della cultura ormai circa trenta comuni, sia italiani che di vari paesi europei e di altri continenti, con la nostra città.

Con Hiroshima e Nagasaki l’Amministrazione comunale di Recanati stringerà in autunno un gemellaggio ufficiale. Intanto, sin da ora le tre città stanno promuovendo insieme un programma di attività culturali. Ne è la dimostrazione la mostra, dal titolo “Hiroshima, Nagasaki e Recanati” che verrà inaugurata il prossimo 24 luglio a Hiroshima.

Un’iniziativa che sta suscitando già molta curiosità ed interesse nel paese nipponico e che verrà riproposta anche a Recanati, ad ottobre, con una rassegna di artisti giapponesi che verrà allestita in coincidenza con le cerimonie per il gemellaggio ufficiale. E’ partita dunque una collaborazione che regalerà certamente prospettive nuove e interessanti, non solo dal punto di vista culturale ma anche turistico.

Il gemellaggio è sostenuto con convinzione ed entusiasmo dal sindaco Fabio Corvatta, che in una lettera inviata ai colleghi di Hiroshima e Nagasaki parla di un’iniziativa che “nasce nel segno della poesia e della cultura, capace di rafforzare l’amicizia tra i popoli, presupposto indispensabile perché vi sia nel mondo una solida prospettiva di pace”.

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 22 luglio 2006 - 1221 letture