utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

Dall'accordo per il Tempio Crematorio nascerà una nuova Geos

1' di lettura
1043

In seguito a tale accordo, verrà modificata l’attuale composizione della società Geos Maver: oggi il capitale sociale è ripartito tra Comune (67%) e Astea (33%); in seguito alla firma della convenzione il Comune manterrà il suo 67% ma il restante 33% verrà rilevato dall’Astea e girato alla società AnconaAmbiente.

di Redazione
Il testo della convenzione tra i due comuni di Osimo e Ancona per la gestione in forma associata di servizi pubblici e la realizzazione di opere pubbliche, tra cui il nuovo tempio crematorio in progetto a Tavernelle, è stato approvato nella scorsa riunione del Consiglio Comunale e ora sarà proposto all’attenzione della sede consiliare di Ancona.

Se non ci saranno brusche inversioni di rotta del capoluogo dorico, si potrà arrivare alla firma della convenzione da parte dei due comuni. In seguito a tale accordo, verrà modificata l’attuale composizione della società Geos Maver: oggi il capitale sociale è ripartito tra Comune (67%) e Astea (33%); in seguito alla firma della convenzione il Comune manterrà il suo 67% ma il restante 33% verrà rilevato dall’Astea e girato alla società AnconaAmbiente. Le due società assieme gestiranno il tempio crematorio, i servizi cimiteriali dei due comuni e la manutenzione delle aree verdi.

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 19 luglio 2006 - 1043 letture