utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

Su La Testa: ''La Sinistra Osimana dimentica i diritti degli anziani''

2' di lettura
957

Una comunicazione della lista civica "Su La Testa" in merito alla situazione delle IPAB e al ruolo svolto dalla sinistra osimana nella vicenda.

da Su La Testa
"Alla faccia della giustizia sociale ricercata. Per la Sinistra di Osimo presente in consiglio è giusto che si paghino alte rette per il ricovero degli anziani nelle case di riposo, non è vero che ci sono lunghe file di attesa per essere accolti nelle strutture e non è giusto aprire altri centri diurni. Roba da non crederci se non fosse che il fatto di tenere “congelata la situazione” attuale da parte della Sinistra è una scelta non a favore del sociale, ma partitica, dettata dal presidente della Fondazione Grimani Buttari, che impone ai suoi nuovi amici di cordata la strenua, strumentale difesa della propria posizione personale che si compenetra con quella della Casa di Riposo.

Se si abbassano le rette di ricovero, se si creano altri centri diurni, se si realizzano altre Rsa a minori costi, per la Sinistra non va bene perché tutto il castello costruito sull’unica eccellenza oggi ritenuta presente sul territorio (la famosa Ferrari) potrebbe cadere o verrebbe messo in competizione con altri. Per questo è meglio che le rette siano alte (se le famiglie soffrono non importa) ed è meglio che si faccia lunga fila per entrare nelle case di Riposo (alla faccia della tanto decantata equità sociale).

Su questi presupposti, comunque, i consiglieri dell’Unione non hanno avuto il coraggio di votare contro la partecipazione del Comune (con un capitale di circa il 30 per cento) alla Sinergie (la società già in funzione della Astea Spa) che avrebbe tra l’altro il compito di riprendere in mano il progetto dei “due cubi” di via Vescovara e potrebbe prospettare all’Amministrazione Comunale la costruzione nell’area (circa 4 ettari) di case per coppie di anziani collegate dal punto di vista funzionale ad una centrale Rsa che avrebbe il compito di offrire i servizi socio-sanitari.

Probabilmente, per la Sinistra, tutto ciò è troppo a favore degli anziani e dell’equità sociale! E poco in grado di tenere alto il ruolo della Grimani Buttari e del suo presidente, soprattutto in funzione di quello che potrebbe succedere alla prossima tornata elettorale relativa al rinnovo del Consiglio Provinciale."

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 17 luglio 2006 - 957 letture