utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

Polo Tecnologico: sinergia e supporto alle imprese

2' di lettura
907

Prende sempre più corpo il progetto del 'Polo Tecnologico' la struttura di supporto alle imprese che il Comune di Osimo ha proposto di realizzare in sinergia con Comuni e Enti della Provincia.

da Comune di Osimo
www.comune.osimo.an.it
Primi passi strategici per il Polo Tecnologico, la struttura di supporto alle imprese che il Comune di Osimo, come ente coordinatore dell’iniziativa, ha proposto di realizzare in sinergia con i 49 Comuni della Provincia di Ancona, con le associazioni degli industriali e degli artigiani e con tutti gli enti che, a vario titolo, operano nel settore imprenditoriale.

“Come Comune di Osimo – spiega l’assessore Giancarlo Alessandrini - abbiamo convocato e tenuto una prima riunione alla quale hanno partecipato i rappresentanti di alcune municipalità del territorio provinciale, della Regione, delle associazioni dell’industria e dell’artigianato, nonché di molti enti operativi nel settore imprenditoriale."

"Alla luce dei grandi cambiamenti spinti dalla globalizzazione e della conseguente e sempre più pressante necessità di innovazione, noi abbiamo proposto l’elaborazione di un patto per l’innovazione e lo sviluppo, perseguibile con un percorso strategico che porti ad individuare le politiche industriali, i cambiamenti in atto, le azioni possibili e le scadenze precise degli interventi necessari."

"Tutto ciò potrà avere il proprio cuore pulsante in un Polo Tecnologico che possa realizzare concreto supporto alle imprese, promuovendo e gestendo fonti di finanziamento e marketing, favorendo il flusso delle informazioni, pianificando, promuovendo e distribuendo i prodotti e i servizi."

"Il Polo Tecnologico, insomma, si propone di raggruppare in un insieme di funzioni interdipendenti le azioni finalizzate a soddisfare il raggiungimento degli obiettivi di medio e lungo termine delle imprese e a promuovere azioni decisive di raccordo tra imprese e il loro ambiente di riferimento; insomma, un centro di organizzazione di servizi tecnologici e un incubatore di nuove imprenditorialità”.

“Dopo questa prima riunione – ha concluso l’assessore Alessandrini – i Comuni e le associazioni di categoria avranno tempo fino al prossimo 15 settembre per sottoporci le loro proposte e i loro suggerimenti in ordine al progetto del Polo Tecnologico”.

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 15 luglio 2006 - 907 letture