utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

Domizio sulla piscina: ''Non era necessario cambiare gestione''

3' di lettura
947

In sede di Consiglio Comunale il consigliere Claudia Domizio ha interrogato l'Amministrazione in merito alle recenti vicende che ruotano attorno alla piscina comunale di via Vescovara.

di Michela Sbaffo
redazione@vivereosimo.it
Articolata, precisa, e sicuramente di grande attualità l’interrogazione proposta dal Consigliere Claudia Domizio in sede di Consiglio Comunale: la rappresentante dei partiti di centrodestra osimani ha infatti chiesto spiegazioni in merito alle vicende che ruotano attorno alla piscina comunale di via Vescovara.

Perché si è giunti alla scelta di rescindere l’accordo con la società, la CO.GE.PI., che prima aveva in gestione la struttura? Nel testo della sua interrogazione, il consigliere ha sottolineato come la “piscina negli ultimi anni è stata perfettamente funzionante con incremento e soddisfazione delle utenze, ed è stata gestita da figure con altissime competenze”. Squadra che vince non si cambia.

Inoltre, chi si accollerà ora i mutui accesi dalla ditta (280.000€ circa) per realizzare i lavori di cui era stata incaricata? E chi pagherà invece gli altri 170.000€ per terminarli? Al momento di dare il via ai lavori si era convenuto che gli stessi sarebbero stati a costo zero per l’Amministrazione. Non solo: la CO.GE.PI. dovrà essere liquidata con una somma di circa 40.000€.

Non sarebbe stata una scelta più saggia dare fiducia alla società e, prima di arrivare a una decisione così discutibile, aspettare almeno il mese di Dicembre 2006, termine fissato dalla CO.GE.PI. stessa per realizzare il piano lavori presentato nel Febbraio 2005?

La Domizio in diversi momenti della sua esposizione ha espresso perplessità sulla nuova gestione, in ruolo all’Auxmedia: per la fretta di rompere i rapporti con la CO.GE.PI. ci si è affidati a una società poco competente in materia di impianti natatori la cui inadeguatezza è stata dimostrata dai recenti avvenimenti sulla bocca di tutti.

Francesco Pirani, assessore delegato ai lavori pubblici e allo sport, ha risposto in qualità di portavoce dell’Amministrazione alle numerose domande della Domizio.

In primo luogo, Pirani ha riportato come, nel prendere in affidamento la piscina, gli addetti Auxmedia si siano trovati fronte a uno stato di cose a dir poco “preoccupante”, indizio di una scarsa cura della gestione precedente che aveva collezionato del resto diverse lamentele da parte dell’utenza.

Perciò il passaggio dell’incarico alla società partecipata è un guadagno, poiché le competenze dell’Auxmedia sono, a dire di Pirani, indubbie e arrecheranno sicuramente grandi benefici alla struttura.

Certo si tratta di una soluzione provvisoria: a fine estate partirà la gara di appalto per individuare il nuovo gestore che dovrà inoltre accollarsi mutui e spese per terminare i lavori non completati dalla CO.GE.PI.

Non era possibile, ha aggiunto Pirani, lasciare la situazione in mano alla CO.GE.PI: “Non sono riusciti a terminare neanche il primo stralcio dei lavori... Come avrebbero potuto realizzare il secondo, ovvero la grande vasca esterna, di strategica importanza?”

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 14 luglio 2006 - 947 letture