utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

L'Unione per Osimo: meeting tra bilanci e progetti

2' di lettura
857

Densa partecipazione all'assemblea generale del centrosinistra di Osimo - L’Unione per Osimo tenutasi venerdì scorso: numerosi gli spunti per la discussione ed ampio il panorama degli argomenti trattati.

da Coordinamento de L’Unione per Osimo
Venerdì 7 luglio presso l’agriturismo “La Natura del Monte” si è tenuta l’assemblea generale del centrosinistra di Osimo: L’Unione per Osimo. Si sono ritrovati insieme La Margherita, i Democratici di Sinistra, Rifondazione, La lista Centro per l’Ulivo, Italia dei Valori, Popolari Udeur, Repubblicani Europei, i Comunisti Italiani ed i Verdi.

Presenti i segretari e coordinatori delle forze politiche, i direttivi dei partiti, L’On. Luigi Giacco, l’assessore provinciale Stefano Gatto, i Consiglieri Comunali e tutte quelle persone che credono e collaborano fattivamente per l’affermazione di una politica di centrosinistra ad Osimo.

Grande ed interessata la partecipazione che ha tenuto tutti impegnati a partire dalle 19,00 e fino a notte inoltrata.

Numerosi gli spunti per la discussione ed ampio il panorama degli argomenti trattati, ma su tutto ha prevalso l’idea di un rafforzamento ulteriore della coalizione con nuove persone che credono in un rinnovo della politica per la città.

Le incoraggianti affermazioni elettorali delle elezioni regionali, di quelle politiche e del recente referendum costituzionale, hanno fatto crescere al centrosinistra osimano non solo la soddisfazione per i buoni risultati raggiunti ma anche la consapevolezza di avere ora una responsabilità di fronte a tanti cittadini di fare bene anche a livello comunale.

Per questo, si è detto durante l’incontro, ci si vuole preparare al meglio presentandosi con una classe dirigente preparata che sappia ascoltare i bisogni della gente e che sia interessata a perseguire gli interessi collettivi.

E’ un impegno che L’Unione per Osimo guarda con fiducia ed ottimismo nella certezza che nel futuro l’elettorato saprà scegliere chi meriterà il consenso e chi veramente potrà operare per il bene di tutti.

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 10 luglio 2006 - 857 letture