utenti online

Torna ad accusare il padre di abusi: ascoltata giovane 17enne

1' di lettura 30/11/-0001 -
In sede di incidente probatorio la giovane 17enne ribadisce le sue accuse contro il padre, un poliziotto dell'osimano; nella prossima settimana verrà ascoltata la sua amica, anche lei, a detta della giovane, vittima delle attenzioni dell'uomo.

di Redazione


É stata ascoltata in sede di incidente probatorio la diciassettenne che accusa il padre, un poliziotto dell’Osimano, di aver abusato di lei e di aver molestato anche una sua amica. La giovane, ricordando i fatti avvenuti quando lei aveva tra i 10 e i 14 anni, ha ribadito le sue accuse. La sua amica verrà ascoltata la prossima settimana e si confronteranno le versioni.

La ragazza già sette anni fa, appena bambina, aveva sporto denuncia contro il proprio genitore ma il pm che si occupò al tempo delle indagini, Irene Bilotta, giudicò la giovane ‘inattendibile’.

A detta della ragazza le violenze nei suoi confronti si sarebbero ripetute nel 2003; non solo, ma anche una sua amica sarebbe stata oggetto delle molestie del padre. Ora la giovane, seguita da un tutore e assegnata a una famiglia dal Tribunale dei minori, teme che il padre possa abusare della sorella ancora a casa con i genitori.

La difesa, rappresentata dall’avv. Cinzia Molinaro dello studio Scaloni, ritiene che, come sette anni fa, le dichiarazioni della giovane debbano essere considerate inattendibili, frutto di una ripicca nei confronti del padre che, per parte sua, si dichiara innocente.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 18 maggio 2006 - 1227 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV