utenti online

Scontro tra una moto Ducati e una Toledo in via Cagiata

2' di lettura 30/11/-0001 -
Necessario l'intervento dell'eliambulanza per soccorrere Gianluca Badiali, 26 anni, che in sella alla sua Ducati è stato sbalzato via dallo scontro con una Seat Toledo in un brutto incrocio.

di Michela Sbaffo
redazione@vivereosimo.it


Schianto sabato pomeriggio verso le ore 13.45 nell’incrocio tra via Cagiata e via Enzo Ferrari all’altezza del nuovo quartiere periferico di via Vescovara, coinvolte una moto Ducati e una Seat Toledo.

La vettura proveniva da via Ferrari e stava per immettersi in via Cagiata svoltando a sinistra. “Mi sono fermato allo stop –afferma il conducente della Toledo, I.F., 40 anni, originario di Milano ma residente a Osimo– ho guardato a destra e sinistra e ho visto che la strada era libera. Impegnato l’incrocio, mi è apparsa improvvisamente alla mia sinistra una moto che scendeva a velocità elevata. Ho cercato di evitare lo scontro frenando.”

Anche il conducente della moto, Gianluca Badiali, 26 anni, ha tentato di evitare l’impatto con la Toledo, tentando una disperata frenata: lo testimoniano i segni lasciati sull’asfalto dalla Ducati e lo confermano i rilievi eseguiti sul posto dai Carabinieri. L’impatto è stato violento: la moto è stata sbalzata via, mentre il cofano della Seat si è piegato su sé stesso.

Immediatamente sono giunti i soccorsi: l’autoambulanza del 118 e i Vigili del Fuoco della vicinissima stazione operativa. Si è reso necessario inoltre l’intervento dell’eliambulanza per trasportare via il giovane: nell’urto il ventiseienne ha riportato una bruttissima frattura scomposta a femore, tibia, perone della gamba destra, subito apparsa ai primi soccorritori molto grave e bisognosa di un intervento immediato. È ora ricoverato a Torrette con una prognosi di 60 giorni.

L’atterraggio del velivolo ha richiamato l’attenzione di molti residenti della zona che si sono recati sul posto per capire quanto fosse successo. Alcuni hanno commentato l’accaduto declinando la responsabilità alla cattiva condizione della strada; altri invece hanno puntato il dito contro i cassonetti dell’immondizia proprio all’altezza dell’incrocio tra le due vie, che ostacolerebbero la visuale al momento dell’immissione da via Ferrari in via Cagiata.

Il giovane motociclista, autista della Croce Rossa di Osimo, abita proprio in una delle casette della via; sembra che stesse rientrando a casa. Appena martedì scorso era rimasto coinvolto nell’incidente avvenuto nel pomeriggio in via d’Ancona a San Biagio, quando una Suzuki, una Fiat 600 e un taxi sanitario della Croce Rossa di Osimo si sono urtate in una carambola sotto la pioggia battente: Gianluca era alla guida del mezzo sanitario e fortunatamente si era fatto solo qualche graffio.









Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 15 maggio 2006 - 1717 letture

In questo articolo si parla di





logoEV