utenti online

Ricorso al Tar contro il trasferimento dell'impianto SOGEMA?

1' di lettura 30/11/-0001 -
L’impianto di betonaggio della Sogema si trasferirà dall’attuale sede di Monte Camillone in un lotto ai confini con la frazione di Abbadia e a monte di Osimo Stazione: i residenti insorgono.

di Redazione


L’impianto di betonaggio della Sogema si trasferirà dall’attuale sede di Monte Camillone in un lotto acquistato vicino al ristorante ‘La sorgente’ ai confini con la frazione di Abbadia e a monte di Osimo Stazione.

Già i malumori attraversano il piccolo centro: i residenti della Stazione e dell’Abbadia non vogliono il trasferimento dell’impianto perché catalogato dalla legge come insalubre: questo è quanto emerso dalla recente riunione del consiglio di quartiere. Si profila anche la possibilità che rispetto al vecchio impianto il nuovo sia alquanto ampliato.

Il Sindaco di Osimo Dino Latini ha già presentato una lettera al Sindaco uscente di Castelfidardo Tersilio Marotta: tuttavia, poiché il trasferimento riguarda un lotto che è di proprietà del comune di Castelfidardo, difficilmente Osimo potrà opporsi.

Certamente la questione è rimandata al termine delle prossime elezioni amministrative di Castelfidardo, e, nel caso che comunque non si riesca a trovare un accordo, con ogni probabilità il Comune di Osimo presenterà ricorso al Tar delle Marche contro il trasferimento della struttura.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 maggio 2006 - 960 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV