utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO >

Sangue di dea, sangue di strega: Isabella Carloni reinterpreta Circe

1' di lettura
1291

Venerdì 28 per 'eQuilibri' appuntamento con lo spettacolo teatrale di e con Isabella Carloni "Circe o il profumo dei maiali".

di Redazione

Isabella Carloni è laureata in filosofia e diplomata alla Scuola di Teatro di Bologna nel ’91; ha sviluppato un percorso artistico che porta dentro il teatro la centralità del corpo e della voce.

Ha lavorato con alcune tra le personalità più interessanti del teatro italiano contemporaneo (fra gli altri Carlo Cecchi, Marco Baliani, Toni Servillo, Giovanna Marini, Elio De Capitani, Giancarlo Sepe, Giampiero Solari, Monica Conti, Andrea Adriatico), collabora con il Teatro Stabile delle Marche sia come attrice che come formatrice alla Scuola di avviamento al teatro di Ancona diretta da Valerio Binasco.

Tra le sue opere: Giovanna (premio Eiceberg di Bologna ’94); Dantesca; Inventario delle cose certe; Via dei dollari.

Il progetto Circe o della seduzione, dopo alcune tappe-studio al festival di Amandola (2000) e a Bologna ai Teatri di Vita (2001), ha debuttato col titolo Circe o il profumo dei maiali ad Ancona al Museo Archeologico Nazionale (luglio 2002).

"Circe o il profumo dei maiali" è uno spettacolo teatrale in cui la figura della famigerata maga dell’Odissea viene rivisitata fra mito e costume per sbirciare sotto il velo che ricopre la demonizzazione del corpo selvaggio e del sangue femminile e la lunga storia della caccia alle streghe.

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 26 aprile 2006 - 1291 letture