utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

PalaBaldinelli, patrimonio comune dello sport osimano

2' di lettura
1586

Tutte le società sportive di Osimo e dintorni potranno usufruire della nuova struttura; il PalaBaldinelli ha le carte in regola per trasformare Osimo in una città-magnete delle utenze sportive della Valmusone e oltre.

di Michela Sbaffo
redazione@vivereosimo.it
Il PalaBaldinelli sarà patrimonio comune dello sport osimano: tutte le società potranno presentare richiesta per svolgervi allenamenti, partite, o particolari iniziative.

Certo l’inaugurazione della nuova struttura segnerà una nuova pagina della storia della Robur Basket: “Finiremo il campionato al Palabellini -ci spiega il general manager Carlo Di Cosimo- ma dal prossimo anno il PalaBaldinelli sarà sede sia degli allenamenti sia delle partite. Il nuovo Palas è davvero ben fatto; in particolare, ha un’ottima visibilità: anche dalla più alta gradinata si gode di una chiara visione del campo. La struttura ha tutte le carte in regola per rendere Osimo città-magnete delle utenze della Valmusone e oltre”.

Concorde Sergio Serrani, presidente della Volley Libertas, “Certo, però, non abbiamo i fondi economici necessari per poter usufruire della nuova struttura come vorremmo: contiamo una squadra in serie C e una in D, ma al momento ci stiamo dedicando soprattutto ai ‘giovanissimi’. Continueremo perciò le nostre attività al vecchio Palazzetto e soprattutto negli impianti di via Vescovara”.

Francesco Corallini Garampi, insegnante della TAAI (Takemusu Aikido Association Italy) propone: “Sarebbe una sfida interessante ospitare nel Palas anche seminari dedicati alle varie arti marziali. A giugno si terrà un incontro al Green Sporting Club con il Maestro Hirosawa, allievo diretto del fondatore della disciplina, e vi saranno ospiti da tutto il mondo...sarebbe bello in futuro poter contare sulla nuova struttura”.

Anche gli scacchi sono una disciplina forte in città: lo dimostra il fertile vivaio dell’I.C. Trillini, i cui ragazzi sono ora impegnati con le fasi nazionali dei giochi studenteschi. “Quest’anno la Sala Maggiore del Comune ha ospitato le provinciali”– spiega Palmiro Possanzini, arbitro nazionale F.S.I.– Per l’anno prossimo chiederemo che si tengano al PalaBaldinelli. Non è pratica inusuale: sono 11 anni che il Torneo Internazionale di Scacchi si tiene al PalaSavelli di Porto S.Giorgio”.

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 20 aprile 2006 - 1586 letture