utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO >

Al teatro comunale di Loreto si danza a ritmo di 'Flamenco!'

2' di lettura
1150

Stasera un appuntamento tutto dedicato alle donne con 'Flamenco!' presso il Teatro Comunale di Loreto, spettacolo della compagnia di Juan Lorenzo – Flamenco libre. Omaggio per tutte le signore presenti in sala.

da Comune di Loreto

Stasera ultimo appuntamento della Settimana Inaugurale della Riapertura del Teatro Comunale di Loreto. Dopo il concerto di inaugurazione dell’Orchestra Filarmonica Marchigana, il concerto lirico di sabato, la serata Spiritual di domenica, il Gran Gala con Stefano Masciarelli e il Talk Show sportivo di ieri, stasera sarà la volta di “Flamenco!”, spettacolo della compagnia di Juan Lorenzo – Flamenco libre con Rosario (canto), Juan Lorenzo (chitarra), Philar Carmona, Sabrina Logue e Dario Carbonel (ballo, palmas e castanuelas): una serata interamente dedicata alle donne con un omaggio a tutte le signore presenti in sala.

Il Flamenco è considerato una delle espressioni d’arte più pure in assoluto, con la passionalità e la forza dei suoi significati profondi. La ritualità dell’espressione è il primo importante dato della tradizione flamenco: grandi scrittori, da Cervantes a Lope de Vega, attestano e trattano nei loro lavori la grande intensità di canti e danze con cui tale espressività popolare si manifesta in Spagna, soprattutto in Andalusia. La serata presenta l’arte flamenca secondo la tradizione Sivigliana: lo stile di Siviglia ha radici antichissime ed è uno dei più ricchi e affascinanti.

Il programma inizia con la presentazione della chitarra flamenco, sua anima musicale, per poi concentrarsi sull’aspetto passionale e corporeo del canto e della danza, in un crescendo mozzafiato di ritmi e atmosfere: dal “granaino” alle “Sevillanas” a “fandango”, le “alegrias”, la “Malaguena”, mentre il “Fiume de Fiesta”, la parte più ritmica ed energica, conclude la serata in una girandola espressiva in cui l’improvvisazione ha il sopravvento.

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 08 marzo 2006 - 1150 letture