utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

Un carnevale di solidarietà: 10 euro contro la malaria

2' di lettura
1071

Dal 23 al 28 febbraio e dalle 16 alle 20 il Centro Missioni di Osimo sarà animato dal 'Carnevale della Solidarietà': musica, animazione, stelle filanti e soprattutto una raccolta di fondi per salvare dalla malaria i bambini della missione di don Paolucci in Uganda.

da Centro Missioni Onlus di Osimo
A sostegno del Centro Missioni di Osimo è in programma dal 23 al 28 febbraio il “Carnevale di Solidarietà” con musica, animazione e stelle filanti tutti i giorni dalle 16 alle 20.

La festa di solidarietà serve per la raccolta fondi per avere medicine adatte alla cura della malaria che uccide molti dei bambini che stanno nella missione di don Paolucci in Lodonga nel nord dell’Uganda, in Africa.

Con 10 euro (metà di quanto guadagna un uomo che vive a Lodonga in un mese) è possibile acquistare una cura completa per salvare un bambino dalla malaria. Ci sono 800 casi al mese, secondo don Paolucci che vive ogni giorno questa tragedia nella sua missione, ma grazie al sostegno di molti la mortalità infantile è scesa del 50%.

Il Centro Missioni ONLUS di Osimo ha iniziato, inoltre, il percorso di formazione “Vuoi partire?” 2006, di preparazione per chi effettuerà una “partenza solidale” verso un paese del Sud del mondo.

Il secondo incontro (il primo è avvenuto il mese scorso) sarà condotto da P. Emanuele Mancini dei Missionari Saveriani e si terrà oggi alle ore 18 presso la Bottega del Mondo, vicino al Municipio di Osimo.

Questi incontri sono organizzati per chi parte e per chi resta, per giovani e meno giovani accomunati dalla voglia di essere aperti al mondo. “Cercare libertà”: questo il titolo del primo incontro, per capire cosa sceglie chi si prepara ad andare in missione.

I corsi durano fino a maggio e sono utili anche per conoscere le tre zone dove opera il Centro Missioni Onlus di Osimo (Brasile, Uganda e Argentina).

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 20 febbraio 2006 - 1071 letture