utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

Recanati aderisce alla “Giornata del risparmio energetico

2' di lettura
1019

La città di Recanati aderisce alla “Giornata del risparmio energetico” dichiarata a livello internazionale per ricordare l’inizio della validità del Protocollo di Kyoto, entrato il vigore il 16 febbraio del 2005.

da Comune di Recanati
L’Amministrazione Comunale di Recanati ha inserito tra le sue priorità la tutela dell’ambiente e il contenimento del consumo energetico, inserendo questi argomenti tra gli obiettivi del programma amministrativo. Obiettivi definiti in accordo con il gruppo dei Verdi di Recanati.

Sono state diverse le azioni concrete intraprese in questi anni dall’Amministrazione Comunale, come la promozione dell’utilizzo delle biomasse come fonte energetica con il coinvolgimento delle associazioni di categoria del settore agricoltura, convenzioni con le associazioni di categoria degli autoriparatori per il controllo degli automezzi al fine di limitare le emissioni dei gas di scarico in atmosfera, predisposizione della modifica del regolamento edilizio comunale tramite l’inserimento di misure volte alla diminuzione dei consumi energetici all’interno delle nuove abitazioni e degli edifici da ristrutturare. Ma non solo.

Sono state promosse anche iniziative di informazione dei cittadini e di formazione di professionisti e tecnici per la realizzazione di impianti di energia solare, come il corso sui sistemi fotovoltaici che si svolgerà venerdì e sabato prossimi nel Salone del Popolo, organizzato dall’Ises Italia con il patrocinio del Comune.

L’adesione alla “Giornata del risparmio energetico” si concretizzerà a Recanati in diversi modi. La prima iniziativa, simbolica, sarà lo spegnimento per quindici minuti, dalle ore 21 alle ore 21.15, delle luci dell’intera piazza Leopardi nella giornata di giovedì 16 febbraio. Altre iniziative impegneranno l’Amministrazione per l’intero anno.

Si tratta di atti importanti, sottoscritti dalla Giunta Comunale in un’apposita delibera.
Il primo sarà la trasformazione dell’impianto di riscaldamento a basso tenore di zolfo del Palazzo Comunale con un impianto a metano, come previsto nel capitolato d’appalto per il rinnovo del contratto per la gestione del calore.

Un’altra iniziativa sarà la trasformazione del cimitero di Montefiore in “cimitero solare” tramite l’utilizzo di lampadine a basso consumo e l’installazione di una sorgente di alimentazione a pannelli solari: intervento che verrà finanziato con i proventi derivanti dalle concessioni cimiteriali.

L’Amministrazione avvierà anche una collaborazione con l’Istituto tecnico industriale “Mattei” di Recanati per l’istituzione, presso la scuola, di un Polo educativo e sperimentale sull’energia alternativa denominato “Good-Energy”.

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 16 febbraio 2006 - 1019 letture