utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

Recanati: un nuovo appuntamento con la cultura

3' di lettura
891

La città di Giacomo Leopardi e Beniamino Gigli si arricchisce di un nuovo appuntamento culturale: il 'Festival della Narrativa', riservato a opere (romanzi e racconti) pubblicate tra il 1° aprile scorso e il 31 marzo del 2006. Madrina del premio sarà la contessa Anna Leopardi; Barbara Palombelli e Michele Mirabella fra la giuria di esperti presieduta da Giancarla Mursia.

da Comune di Recanati
La Giunta Comunale di Recanati ha approvato nei giorni scorsi il bando per la prima edizione del “Premio Recanati – festival della Narrativa”, che si svolgerà nel contesto delle Celebrazioni Leopardiane del 26, 27 e 28 maggio prossimi.

Un premio letterario che ha l’ambizione e le potenzialità per diventare uno dei più importanti del nostro Paese, in grado di trasformarsi in breve tempo in un punto di riferimento per il mondo della cultura e capace, di conseguenza, di proiettare la nostra città all’attenzione nazionale e internazionale.

L’annuncio dell’istituzione del “Premio Recanati – Festival della narrativa italiana” era stato dato dal sindaco Fabio Corvatta in occasione delle celebrazioni Leopardiane del giugno scorso, quando aveva ringraziato l’impegno dell’assessore alla Cultura on. Franco Foschi e sottolineato la collaborazione con un personaggio di spicco della cultura italiana come Giancarla Mursia, già a capo dell’omonima casa editrice e oggi operatrice culturale, animatrice di iniziative in tutta Italia e nel mondo.

L’Amministrazione va dunque avanti nella prestigiosa iniziativa, con la predisposizione del bando e la definizione della manifestazione, che avrà come madrina la contessa Anna Leopardi.

Di assoluto spicco i nomi della giuria di esperti che vede, oltre a Giancarla Mursia come presidente, la giornalista e scrittrice Barbara Palombelli, lo scrittore e conduttore televisivo Michele Mirabella, l’italianista Alfredo Luzi, il letterato e specialista di studi Leopardiani Vincenzo Guarracino, lo stesso Franco Foschi, presidente del Centro studi Leopardiani, l’editore e critico letterario Raffaele Crovi, il docente dell’Università di Bologna Alberto Bertoni e il saggista Pier Luigi Amietta.

Il Premio, dunque, arricchirà ulteriormente con novità di grande qualità e prestigio la già ricca offerta di manifestazioni ed eventi della Città della Poesia, tradizionalmente impegnata sul fronte della promozione della cultura nel nome dei suoi illustri personaggi Giacomo Leopardi e Beniamino Gigli.

La rassegna letteraria, che si svolgerà annualmente, è riservata esclusivamente ad opere di narrativa (romanzi e racconti) pubblicati tra il 1° aprile scorso e il 31 marzo del 2006. La valutazione delle opere sarà affidata a due giurie indipendenti: quella di esperti e quella di lettori.

Il Festival della narrativa italiana sarà preceduto da una conferenza dibattito alla presenza di un grande scrittore italiano, cui seguirà un concerto pianistico. Nella giornata successiva alla conferenza dibattito gli autori presenteranno il proprio libro al pubblico, dialogando con i lettori e con la giuria di esperti.

Un Premio, dunque, che si apre alla città, con una serie di iniziative di grande interesse, non solo per gli appassionati di cultura ma anche per tutti coloro che amano confrontarsi con l’attualità. Le decisioni delle due giurie saranno rese pubbliche nella terza giornata del Premio, durante la cerimonia di assegnazione dei due riconoscimenti, ossia il “Premio Recanati Festival della Narrativa italiana” e il “Premio dei lettori”.

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 13 febbraio 2006 - 891 letture