utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

Un maiale val bene....una battaglia!

4' di lettura
1796

Il 25 e il 26 febbraio Osimo rievoca l'antica "Battaja del porcu" con una due giorni interamente dedicata al .. maiale! Convegni, spettacoli, mostre di prodotti tipici ed un'ospite d'eccezione: Anna Moroni, da 'La prova del cuoco', che terrà una lezione di cucina.

di Michela Sbaffo
redazione@vivereosimo.it
Storia, cultura, letteratura ed enogastronomia si uniscono a Osimo per celebrare una due-giorni interamente dedicata al ...maiale! Spunto per la singolare iniziativa è un episodio storico caro alla memoria degli Osimani e celebrato anche in vernacolo negli anni Venti del secolo scorso dall’intellettuale osimano Benedetto Barbalarga: ''La Battaja del Porcu"(La Battaglia del Porco).

Nell’anno 1476 Osimo e Ancona erano ai ferri corti per una questione di confini ed episodi di razzie di maiali. Di qui lo scontro che portò 800 Osimani guidati dal comandante Boccolino di Guzzone a resistere e infine a vincere gli oltre 5000 soldati che gli Anconetani avevano schierato chiamando in loro soccorso anche gli alleati di Forlì, Faenza, Pesaro e Urbino. Con questa vittoria, Osimo conquistò la rocca di Offagna e si potè anche vantare di aver strappato dalle mani degli avversari il vessillo di Ancona.

Rileggendo questo episodio storico in chiave satirica, Barbalarga attribuì l’esplodere delle ostilità all’ “invasione” del territorio osimano da parte di un maiale dorico che pascolava tranquillamente per le campagne della città....Osimo torna quindi a festeggiare l’antica vittoria il 25 e il 26 febbraio con convegni, enogastronomia e rievocazioni storiche all'insegna dell'animale per le cui carni si arrivò persino alla guerra.

La kermesse si aprirà il 25 alle 10.30 nella Sala Maggiore del Comune di Osimo con il convegno 'Il maiale: dal campo alla tavola': interverranno il prof. Natale Giuseppe Frega (Preside della facoltà di Agraria di Ancona, Università Politecnica delle Marche) con “La qualità ed il valore nutrizionale della carne di maiale” e Enrico Salvadego (Presidente Suin Marche) con “Dal campo alla tavola”. Moderatore: Prof. Carlo Cambi, giornalista e docente dell’Università di Macerata.

Alle ore 16.30, sempre in Sala Maggiore, tutti a scuola di cucina con Anna Moroni, la partner di Antonella Clerici nel programma tv 'La prova del cuoco' di Rai Uno. Alle ore 18.30 verrà invece inaugurata la mostra dei prodotti tipici e di qualità presso i locali ex-Campanelli: si andrà dal lardo di Colonnata alla ‘nduja calabrese fino ai più casalinghi ciauscolo e salame di Fabriano, per una rassegna di tutti i prodotti della norcineria italiana appositamente selezionati.
Alle ore 20.00 cena a tema presso il mercato coperto con protagonista ovviamente il maiale: menù fisso, necessaria prenotazione allo 0733-216771.

Nella mattina di domenica 26, alle ore 10.30, verrà rappresentato a La Nuova Fenice lo spettacolo per bambini 'I tre porcellini'. Quindi seguirà alle 13 il ‘Pranzo della domenica: maiale in tavola come vuole la tradizione’: menù fisso, necessaria prenotazione allo 0733-216771.
Dalle ore 15.30 alle 17.30 la Gang clownerie di Tre maialini animerà le vie del centro.

Quindi saranno i tamburini de ‘La corte dei miracoli’ a invitare la folla ad assistere in piazza Boccolino alla rievocazione storica della Battaglia del Porco a cura dell’Associazione Culturale ‘In Punta di Poesia’. Sul palco curato nei dettagli dallo scenografo delle Muse Marco Rigamonti saliranno gli attori della compagnia presieduta da Marco Frontalini per dare vita proprio al divertente poemetto ‘in osimano’ di Barbalarga.

“La battaglia del Porco –ci spiega l’attore Alessandro Marrocchi– verrà ‘combattuta’ su di un palco dove saranno disposte a semicerchio delle balle di fieno. Le due fazioni composte da 30 comparse (Boccolino sarà interpretato da Massimo Salvucci) saranno ognuna presso il proprio stendardo e lotteranno verbalmente, affidandosi alla voce dei due narratori, e ‘musicalmente’ sotto i rumori di battaglia dei tamburini e degli ottoni della Banda Civica. Tutta la rappresentazione è immaginata come un flash-back nel ‘400 e vi inseriremo anche la proiezione di diapositive della città.”

Le ’ostilità’ termineranno alle ore 19.30 di domenica con i fuochi d’artificio dalla Torre Civica. Durante i due giorni saranno attivi presso il mercato coperto stands gastronomici che proporranno menù interamente dedicati al maiale: polenta e salsicce, pizza con i grasselli, maialino arrosto.

Per informazioni: 071-7249247 ; 071-7249271. Prenotazioni: 0733-216771. Sito (programma, menù, divertenti desktop): www.battajadelporcu.it

programma pag 1
programma pag 2
programma pag 3
programma pag 4

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 febbraio 2006 - 1796 letture