utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

S.Sebastiano, patrono della Polizia Municipale, celebrato a Loreto

2' di lettura
1157

A Loreto si è celebrata una commemorazione di San Sebastiano, patrono della Polizia Municipale. Per l'occasione sono stati invitati all'evento con tanto di biglietto d'auguri tutti i lauretani di nome Sebastiano.

da Comune di Loreto
"San Sebastiano era un soldato sottomesso al potere dell'autorità ma nonostante questo è sempre riuscito a rimanere in compagnia del Signore e ad agire in suo nome. Questo insegna che ognuno deve chiedere per sé e per gli altri la presenza del Signore al proprio fianco in ogni momento". Con queste parole monsignor Danzi, arcivescovo di Loreto, ha celebrato la commemorazione di San Sebastiano, patrono della Polizia Municipale.

Secondo i racconti della sua vita, San Sebastiano (Milano, 263 ca. - Roma, 304 ca.) sarebbe stato un cavaliere valsosi dell'amicizia con l'imperatore per recare soccorso ai cristiani incarcerati e condotti al supplizio. Avrebbe fatto anche opera missionaria convertendo soldati e prigionieri. Lo stesso governatore di Roma, Cromazio, e suo figlio Tiburzio, da lui convertiti, avrebbero affrontato il martirio.

Tutto ciò non poteva passare inosservato a corte, tanto che Diocleziano stesso convocò Sebastiano. Inizialmente si appellò alla vecchia familiarità: "Ti avevo aperto le porte del mio palazzo e spianato la strada per una promettente carriera e tu attentavi alla mia salute". Poi passò alle minacce e infine alla condanna. Sebastiano venne legato al tronco di un albero, in aperta campagna, e saettato da un manipolo di commilitoni.

Alla manifestazione, organizzata dal Comando dei Vigili Urbani del Comune di Loreto, hanno partecipato le più alte autorità regionali tra cui il Prefetto e il Questore e le rappresentanze di ogni arma militare e delle polizie municipali di moltissimi comuni. A fare gli onori di casa il Comandante dei Vigili Urbani di Loreto Maggiore Norberto Garbati, il Sindaco Moreno Pieroni e l'assessore alla polizia municipale Paolo Casali.

La giornata è iniziata con una visita guidata in Basilica, è proseguita con la Santa Messa officiata proprio da Monsignor Danzi e si è conclusa con una conviviale preceduta dall'intervento delle autorità presenti.

Gli interventi, toccando vari aspetti della operatività della Polizia Municipale, hanno tutti avuto una unica conclusione: i vigili urbani sono il punto di collegamento tra l'apparato amministrativo dei Comuni e le forze di polizia e, proprio grazie a questa strettissima collaborazione, è ancora possibile mantenere un alto grado di sicurezza nei nostri territori. Una preziosa situazione di sinergia che si verifica in tutta la Regione Marche ed è perfettamente rappresentata anche a Loreto.

Per condividere in modo maggiore i festeggiamenti con la cittadinanza sono stati inviati gli auguri di Buon Onomastico a tutti i lauretani che si chiamano Sebastiano che sono anche stati invitati all'evento.

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 07 febbraio 2006 - 1157 letture