utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

AC Osimo: ''La Provincia dovrebbe risolvere i problemi, non crearne''

2' di lettura
921

L'Amministrazione Comunale di Osimo, presentando la propria posizione in merito alle questioni del forno crematorio e della variante di bordo, mostra di avere in cantiere iniziative volte a presentare ai cittadini tali progetti.

da Comune di Osimo
"In ordine dalla riunione di via San Giovanni, organizzata dal consigliere Andreoni sulle questioni del forno crematorio e della variante di bordo, l’Amministrazione Comunale sottolinea quanto segue:

In merito al tempio crematorio, il consigliere Andreoni porta avanti una battaglia contraria agli indirizzi votati dal suo partito nel 2003, in sede di Consiglio Comunale, circa la realizzazione della struttura.

Risulta dunque evidente che il consigliere Andreoni e il suo partito si muovono in maniera caotica, prima votando una cosa e poi portandone avanti tutta un’altra, al solo fine strumentale di sobillare gli animi e cercare di acquisire consensi non sulla base di un programma, ma sull’onda degli umori del momento.

Una posizione d’altronde non nuova da parte del maggiore partito locale della Sinistra, tenuta su molteplici questioni, ultima delle quali quella dei Centri Commerciali, che denota incapacità ad entrare nelle tematiche di fondo della vita cittadina.

In ogni caso l’Amministrazione Comunale, per bocca dell’assessore Simoncini, presente alla riunione, ha assicurato la propria disponibilità ad allestire una manifestazione esplicativa per i residenti della zona, con la presenza dei tecnici competenti.

Per la variante di bordo, dopo avere sottolineato l’incoerenza dell’architetto Picciafuoco, collaboratore fino a poco tempo addietro del Comune di Osimo per questioni urbanistiche, segnaliamo che la battaglia portata avanti dalle opposizioni è quella di non far realizzare l’arteria, utilizzando a tal fine ogni mezzo utile.

In tale ottica, risulta esemplare – in senso negativo – l’osservazione che il dirigente dell’Ente Provincia di Ancona Manarini ha proposto nei confronti del Prg di Osimo, all’evidente scopo di bloccare la realizzazione della strada di bordo.

La Provincia dovrebbe attivarsi con i suoi interventi, proprio per risolvere i problemi, invece che per crearne, come questo Ente sta facendo anche per il by-pass di Campocavallo e per l’accesso principale dell’Itc di via Molino Mensa.

L’Amministrazione Comunale informa infine che, una volta in possesso del progetto preliminare dello stralcio per la Variante di Bordo, lo presenterà pubblicamente ai cittadini."


Immagine di repertorio

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 06 febbraio 2006 - 921 letture