utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

AC Osimo: ''Ci saranno sempre scuole nel Centro Storico''

2' di lettura
986

L’Amministrazione Comunale di Osimo, in relazione alla petizione sulla scuola Bruno da Osimo, porta a conoscenza dei cittadini la propria posizione sulla questione.

da Comune di Osimo
Nel Centro Storico di Osimo, il Comune prevede di far rinascere sia scuole materne, sia scuole elementari, riqualificando e rivalutando il tessuto esistente e recuperando importanti immobili quali: l’ex scuola G. Leopardi e l’ex Itc Corridoni di via Pompeiana (una volta definita completamente l’acquisizione dell’immobile).

In tal modo gli scolari potranno continuare a “respirare” il Centro Storico stesso, con la sua storia, la sua cultura, i suoi palazzi, le sue vie, i suoi vicoli, i suoi orizzonti. L’attuale struttura della scuola Bruno da Osimo (meglio conosciuta come scuola Santa Lucia) non è più assolutamente in grado di reggere qualsiasi intervento di ristrutturazione per adeguarla alle norme di tutela previste in materia di edifici scolastici, tanto che anche gli ingenti sforzi economici (oltre un milione di euro) che l’Amministrazione Comunale ha compiuto negli anni scorsi, non hanno prodotto il risultato specifico di fornire una struttura adeguata al servizio scolastico. E’ certo, comunque, che tale immobile verrà recuperato.

La realizzazione di un campus scolastico in zona Via Vescovara, la cui idea progettuale si sta definendo in questi giorni, non toglie nulla alla presenza delle scuole nel Centro Storico, che continueranno ad esserci anche in futuro. Una volta definito il progetto del campus e quello della ristrutturazione degli edifici scolastici nel Centro Storico, prima dell’avvio di qualsiasi operazione, sarà cura del Comune portare tali progetti all’attenzione delle istituzioni interessate e dei cittadini.

Infine, è intenzione dell’Amministrazione Comunale recuperare anche l’ex Emporio Campanelli, tutto l’immobile del Mercato delle Erbe, il Cinema Concerto e i locali soprastanti, l’ex Campetto dei Frati con progetti mirati tesi a migliorare il Centro Storico. Il tutto senza dimenticare che sono in fase di avvio di realizzazione il rifacimento di Corso Mazzini e Piazza Gallo, nonché il rifacimento di tutta la zona dell’Acquedotto e, a seguire, quello di piazza Dante.


Immagine di repertorio

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 06 febbraio 2006 - 986 letture