utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

Patteggia il giovane tifoso di Filottrano

1' di lettura
978

Patteggia il giovane tifoso di Filottrano accusato di reati di resistenza, violenza, minaccia a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato verificatisi al termine del derby Tolentino-Maceratese: per lui sei mesi di reclusione con la sospensione condizionale.

di Redazione
Lascia il carcere di Camerino Giuseppe Tortorella, il tifoso della Maceratese 22enne, originario di Macerata, ma residente a Filottrano, arrestato dopo il derby Tolentino – Maceratese per resistenza, violenza, minaccia a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato.

Al termine della partita, conclusasi 0 – 3 ai danni della squadra biancorossa, molti sostenitori della Maceratese si sono lasciati andare a atti vandalici. Giuseppe era uno tra quelli; gli altri non sono stati ancora individuati poiché avevano il volto coperto da sciarpe, cosa che rende più problematica l’identificazione attraverso i filmati.

Il giovane, accompagnato dal suo avvocato Pasquale Callea, ha scelto di patteggiare la pena a sei mesi di reclusione (con la sospensione condizionale). Di fronte al tribunale di Macerata ha ammesso di aver fatto parte del gruppo degli ultras più agitati ma ha negato di aver colpito i poliziotti; ha precisato inoltre di non aver sfondato una paratia dello Stadio 'della Vittoria', ma semplicemente di averla presa a calci.


Immagine di repertorio

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 febbraio 2006 - 978 letture