utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

Uno o forse 3 anni senza stadio per l'ultrà violento di Filottrano

1' di lettura
1202

Il giovane ultrà di Filottrano, arrestato in seguito agli atti vandalici verificatisi alla fine del derby Tolentino - Maceratese, è comparso davanti al Gip del tribunale di Macerata. Al ragazzo vengono contestati i reati di: resistenza, violenza, minaccia a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato.

di Redazione
Un derby, Tolentino-Maceratese, andato più che male per i sostenitori biancorossi che hanno visto la loro squadra crollare e incassare ben 3 reti senza possibilità di replica.

Così alla fine della partita alcuni ultras della Maceratese si sono lasciati andare ad atti di vandalismo. Alcuni avevano sciarpe che coprivano loro il volto e per questo gli uomini della Digos hanno difficoltà ad individuarli.

Gli inquirenti stanno lavorando su una decina di nomi; uno solo fra gli ultrà è già stato arrestato, il giorno successivo alla partita: si tratta di un 22enne di Filottrano, Giuseppe Tortorella, che ha sfondato a calci una paratia dello Stadio 'della Vittoria'.

Al ragazzo vengono contestati i reati di: resistenza, violenza, minaccia a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. Scatta per lui anche il divieto di accesso allo stadio, per un arco di tempo da stabilire.


Immagine di repertorio

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 02 febbraio 2006 - 1202 letture