utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

Auxmedia S.r.l. sull'Imesa Basket: 'La Federazione ce l'ha con noi'

2' di lettura
1201

Riceviamo e pubblichiamo la posizione dell'Auxmedia S.r.l. in merito alla situazione della Imesa Basket e sue considerazioni circa l'operato di Federazione e Lega.

da Auxmedia S.r.l.
"La situazione della Imesa Basket, al di là della posizione attualmente occupata in classifica - che risente sensibilmente dei molti maltrattamenti inopinatamente subiti da parte della classe arbitrale - riflette l’acredine che la Federazione e la Lega hanno continuativamente dimostrato verso la nostra società, che, proprio per il fatto di essere di natura pubblica, deve avere bilanci seri e perfettamente in regola.

"Evidentemente, ciò che facciamo deve dare molto fastidio a largo raggio e ad alto livello, visto che sia nello scorso torneo, che in quello attualmente in corso, le coppie arbitrali designate a dirigere incontri dell’Imesa si sono comportate come se avessero avuto l’ordine preventivo di distruggere sul campo la compagine osimana.

"Da parte dei tifosi è stato probabilmente commesso un errore nell’avere impedito alla Società di mettere in evidenza il divario che esiste con gli altri sodalizi maggiormente tutelati, nonostante l’esistenza di conflitti di interesse ben evidenti. Ed oggi i risultati di questa mancata denuncia pubblica si vedono: continue diffide alla Imesa anche per fatti di minima portata, che alla fine costeranno alla Società quando lo stipendio di un giocatore; e soprattutto una implacabile tenaglia arbitrale che ha pesato moltissimo e che continuerà a pesare enormemente nel futuro.

"Se la onnipotente Federazione non tollera che una Società pubblica sia presente nel mondo del basket e vuole assolutamente farla uscire dal panorama cestistico nazionale, forse al termine dell’attuale torneo riuscirà ad ottenere tale risultato; risultato che inseguono anche coloro che, invece di prendere atto della solidità economica della Società e dell’entusiasmo con cui i suoi dirigenti lavorano alle buone sorti dell’Imesa, continuano a remare contro con ostilità e astio."

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 01 febbraio 2006 - 1201 letture