...

Il Premio Emergenza COVID19 per gli infermieri della Regione Marche che fine ha fatto? Per la cronaca la segreteria Nursind di Ancona registra oggi una profonda delusione e amarezza da parte dei professionisti del comparto sanitario. Nonostante i sacrifici realizzati, l’ASUR Marche area vasta2, l’INRCA e l’AOU Riuniti di Ancona ad oggi hanno erogato solo le indennità di terapia intensiva e malattie infettive ai colleghi impegnati nell’assistenza diretta dei pazienti affetti dal COVID19, una cifra media ridicola che per i famigerati mesi di febbraio, marzo, aprile, consta in media di circa 100 Euro/mese.


...

La decisione della Regione Marche di annullare tutte le prestazioni ambulatoriali con classe di priorità differita e programmata, adottata con la Delibera n. 523 del 5 maggio scorso, sta generando disagi a tutti i livelli. Come avevamo chiaramente preconizzato nell’incontro avuto con il Servizio Salute il 4 giugno scorso, le conseguenze di tale disposizione si stanno ora manifestando in tutta la loro drammaticità.


...

L’Assemblea dei lavoratori del deposito di Osimo, riunitasi il 15 giugno, considerato il perdurare della interruzione di ogni confronto con la società titolare dei rapporti di lavoro e con Margherita, che ha deciso l’esclusione del deposito dalla logistica Conad e la chiusura del sito marchigiano dal 30 giugno, ritiene indispensabile proseguire la mobilitazione proclamando una ulteriore giornata di sciopero per domani mercoledì 17 giugno intero turno di lavoro.


...

Mentre impera assordante il silenzio di Margherita che sta portando a termine lo smantellamento della vecchia Sma -Auchan attraverso la cessione a Conad e a terzi operatori commerciali della rete di vendita, risuona ormai il de profundis per la logistica marchigiana.



...

Un alto esempio di Democrazia partecipativa, che anche durante un’emergenza sanitaria in cui nessuno si è tirato indietro, si manifesta in tutta la sua lampante ovvietà. Non abbiamo intenti polemici, il momento richiede un senso di responsabilità e condivisione estremi, ma ancora una volta non si capisce il perché questa Regione, quanto si tratta di prendere decisioni importanti e rilevanti per i lavoratori dal punto di vista salariale si sceglie sistematicamente sempre gli stessi interlocutori.!!!!


...

In un momento di così grande incertezza economica, sociale e sanitaria appare prioritario arginare il più possibile l’emergenza in atto garantendo, anche nel settore della somministrazione, oltre la tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, anche la retribuzione ai lavoratori coinvolti da provvedimenti di sospensione dell’attività lavorativa.



...

La Cisl Fp Marche, nell'esprimere la propria solidarietà e collaborazione ai lavoratori delle strutture per anziani nelle Marche , ai Sindaci e responsabili delle strutture coinvolte nella emergenza Covid che colpisce pesantemente le residenze socio -sanitarie della nostra regione ed i più vulnerabili quali gli anziani, ritiene fondamentale che ogni struttura si attenga ai contenuti del Protocollo Nazionale per la prevenzione e la sicurezza dei lavoratori del 24 marzo 2020 sottoscritto dai sindacati con il Ministero della Salute.



...

In una quotidianità stravolta dall’emergenza sanitaria, il bisogno di attivare diritti previdenziali e socioassistenziali come ad esempio: fare domanda per il bonus di 600 euro; chiedere all’Inps un congedo per assistere un familiare o inviare la richiesta di riconoscimento di infortunio sul lavoro perché si è stati contagiati dal Covid-19 in azienda, resta immutato.


...

Mentre continua senza sosta la “l’apertura di Reparti COVID” in Area Vasta 2, aumentano i problemi del personale che lavora nella gestione della pandemia. Insufficienti i DPI (Dispositivi di Protezione Individuale), che servono al personale per evitare di contagiarsi e/o di contagiare e diffondere il virus. La carenza dei DPI, specie nei nosocomi classificati “COVID”, che ospitano per la maggior parte pazienti positivi al virus, è diventata insostenibile, spesso sono gli stessi lavoratori che scelgono con criterio quale dispositivo indossare per lasciare quello ritenuto “più efficace” al collega successivo, questo accade per la scelta tra la tuta integrale o il camice, tra la mascherina FFP2 o FFP3 ecc.



...

Fp Cgil Marche, Cisl Fp e Uil Fpl fanno sapere che nel pomeriggio di ieri hanno diffidato le strutture sanitarie, pubbliche e private, chiedendo l'applicazione della massima sicurezza possibile per gli operatori sanitari e l'applicazione piena del Protocollo Nazionale sottoscritto con il Ministero della Salute.


...

Covid-19 e sicurezza sanità: Fp Cgil Marche soddisfatta per l’accordo siglato con il Ministero della salute a favore degli operatori sanitari, socio-sanitari, socio-assistenziali sia pubblici sia privati. «Ora le aziende marchigiane dei settori interessati si adeguino subito, a partire dall’Asur, Marche Nord, Inrca e Ospedali Riuniti di Ancona», avverte Matteo Pintucci, segretario generale Fp Cgil Marche.


...

La Cisl Fp Marche, territorio di Ancona con l’aggravarsi della situazione di contagio, d’intesa con gli altri sindacati di categoria, chiede ai Direttori Generali dell’Azienda Ospedali Riuniti Torrette di Ancona e dell’Inrca di Ancona, che a tutto il personale sanitario in servizio venga effettuato il tampone e che sia dotato dei dispositivi di protezione individuale come se tutti i pazienti trattati fossero positivi.


...

La Flaei-Cisl Marche ribadisce, con forza, che nel settore elettrico vanno effettuate esclusivamente le attività indifferibili legate al mantenimento e al ripristino del servizio elettrico e vanno preservati i lavoratori con l’allargamento della disponibilità a casa con automezzi allestiti per il pronto intervento.



...

A seguito della convocazione, da parte di Margherita Distribuzione, di un incontro dedicato esclusivamente al tema della Logistica e del deposito di Osimo previsto per il prossimo 24/02, le scriventi annunciano la sospensione dello sciopero già proclamato per il 20/02.


...

Dopo il sit-in dello scorso 13 febbraio, che ha visto la partecipazione dei vertici della Regione Marche, prosegue la protesta dei lavoratori impegnati nel Deposito di Osimo con un ulteriore giornata di sciopero prevista per Giovedì 20 Febbraio.



...

Dopo la riconfermata indisponibilità di Margherita Distribuzione di illustrare il progetto prima di aver definito il perimetro completo della rete di vendita, il deposito di Osimo è stato ufficialmente escluso per il periodo pre Pasquale dalla preparazione delle commissioni dei punti di vendita marchigiani che passeranno sotto la competenza del deposito di Melfi.



...

In data 6 febbraio 2020, le OO.SS. Filcams Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs hanno incontrato su convocazione della Regione Marche e alla presenza dell’Assessora Bravi i rappresentanti di Margherita Distribuzione S.p.A. per proseguire il confronto in ordine alla situazione aziendale come da indicazione del Ministero del Lavoro; presenti all’incontro anche una rappresentanza delle cooperative CIA e Conad Adriatica.