...

Pieni de “lo Spirito il Santo” siamo oggi a celebrare un’altra solennità: la Santissima Trinità, che si è rivelata nel mistero pasquale. Possano lo scrivente ed il lettore essere sempre costanti nell’invocare il Paraclito, il quale pur amando indistintamente tutti, non riempie chi non lo chiama, lasciando ciascuno nella piena libertà di preferire il caldo al Sole.


...

LIBRO II CAPITOLO V Quando, al mattino dopo, Giuda si destò nel posto stesso dove la madre l’aveva lasciato, il sole era già sorto sulla montagna e i piccioni formavano nell’aria strisce d’ali bianche. Seduta sull’orlo del giaciglio, accanto all’adolescente, una fanciulla di quindici anni si accompagnava sul nebel. La ragazza si chiamava Tirzah.


...

La Parola di Dio di questa domenica ci riscalda con il tanto annunciato e desiderato avvento dello Spirito. Che Egli possa venire, come venne sui discepoli nel cenacolo, anche sullo scrivente e sul lettore. Trarre una sola parola dal Vangelo di questa solennità è impresa ardua: ciò nonostante la acquisiremo come traccia guida, dalla quale far gemmare un discorso più articolato.


...

LIBRO II CAPITOLO III Dall’ingresso della città santa una strada correva parallelamente al lato nord della torre Antonia. In quell’angolo sorgeva una casa. Lasciando il palazzo della torre del mercato, il giovane israelita venne a bussare ai battenti della porta massiccia e penetrò in un primo cortile. Attraverso il buio, raggiunse il divano di fondo e vi si coricò.



...

La Delegazione Pontificia è lieta di comunicare che il Rosario con flambeaux di domani sera (ritrovo alle ore 21:00 in Basilica), presieduto dall’Arcivescovo Delegato Pontificio di Loreto, Mons. Fabio Dal Cin, avrà come intenzioni di preghiera il pellegrinaggio di questi giorni di Papa Francesco in Romani, tutte le famiglie, in particolare quelle che stanno partecipando a Loreto al ritiro di Pentecoste guidato da p. Marko Ivan Rupnik e tutti gli studenti prossimi alla conclusione dell’anno scolastico e agli esami.


...

Questione particolarmente attuale, quella messa a tema della settima edizione de “Le giornate dell’anima”, in quanto da più parti si chiede di “dare un’anima alla società”, questo il titolo dato agli incontri, per dire la necessità di umanizzare la convivenza civile, e l’invito è stato accompagnato dal riferimento a san Francesco, per cui il Festival di cultura e spiritualità si è collocato quest’anno nell’ambito delle manifestazioni per il cosiddetto “anno francescano” con cui l’arcidiocesi di Ancona Osimo intende ricordare l’ottavo centenario della partenza di san Francesco per la Terra Santa.


i professionisti della casa
Imbianchino Pesaro o Osimo
Su www.iprofessionistidellacasa.net trovate il miglior specialista in lavori di tinteggiatura di...
i professionisti della casa
Imbianchino Pesaro o Osimo
Su www.iprofessionistidellacasa.net trovate il miglior specialista in lavori di tinteggiatura di...
...

LIBRO II CAPITOLO I Il mondo ha ventun anni di più e Valerio Grato, quarto governatore imperiale della Giudea, è or ora stato nominato proconsole. La Giudea, ridotta alla condizione di provincia romana, dipende adesso dalla prefettura di Siria. Disprezzando la riuscita tattica dei predecessori, Valerio Grato si rese invece subito impopolare, sostituendo ad Hannas nel sacerdozio supremo Ismaele figlio di Fabo.


...

La lettura evangelica di questa settimana si colloca all’interno del capitolo 14 secondo Giovanni. Nell’intera sezione Gesù parla della sua relazione con il Padre, rispondendo anche alle domande dei suoi apostoli nel merito, ed introduce anche la figura del Consolatore. L’articolazione di questa unità di vangelo è una continua con-fusione fra i soggetti principali: Padre, Figlio, Spirito.




...

Anche oggi il messale romano ci propone un estratto evangelico secondo Giovanni. Siamo al capitolo 13, il quale rappresenta l’inizio della seconda parte dell’intero scritto. Per chiarirci in maniera alquanto approssimativa, dal capitolo 1 al 12 è il “vangelo dei segni (σημεῖα)”, mentre dal 13 al 21 è il “vangelo dell’ora (ὥρα)”. Sia lo Spirito, guida per chi scrive e compagno per chi legge.


...

La Delegazione Pontificia è lieta di comunicare che avrà luogo domani, martedì 14 maggio 2019, alle ore 21.00 nella Basilica della Santa Casa, l’ultimo degli appuntamenti destinati ai giovani di Loreto, voluti dall’Arcivescovo Prelato di Loreto, Mons. Fabio Dal Cin, dedicati all’ascolto della Parola di Dio.


...

LIBRO I CAPITOLO VI A circa due miglia dal sud-est di Gerusalemme si stende una pianura separata dalla città per mezzo di una fila di colline. Le greggi vi pascolano fra i sicomori, le querce nane, i cespugli d’olivi e di more. Un’antica casa di pastori sorgeva colà ai piedi di una roccia, protetta dagli assalti delle pantere per mezzo di una siepe di rhamnus spinoso che ne rafforzava il recinto.


...

Il vangelo che viene proclamato questa domenica è tratto dal capitolo 10 secondo Giovanni (Gv 10,27-30). Questo capitolo si trova al centro dell’intera narrazione evangelica e, come avviene in ambito geometrico, la centralità reca in sé la convergenza di ciò che sta attorno.



...

Ancora gioiosi per il trionfo di nostro Signore Gesù, il Risorto, stiamo camminando verso la Pentecoste, continuando a leggere, nel vangelo domenicale, altri passi che narrano le vicende che seguono la risurrezione del Cristo.


...

Un dono speciale a sancire un’amicizia speciale e duratura tra le due città: la scorsa domenica, durante la liturgia, Loreto ha nuovamente regalato l’effige della Madonna ad Andalo, cui la lega da circa dieci anni un autentico gemellaggio.






...

Si ringrazia per la consulenza e la collaborazione la professoressa Emanuela Marinelli. La Sindone parla al nostro cuore, il Volto sofferente che traspare dal Sacro Telo ci fa contemplare il Volto della sofferenza e della Morte di Gesù Cristo, che ci ama uno ad uno e per questo partecipa fino in fondo alle nostre pene e sofferenze.



...

SEPOLCRO – smettiamola di dirci: “Buona Pasqua” “Christòs anèsti - alithòs anèsti” Non il semplice “Buona Pasqua”, ma “Cristo è risorto! - È veramente risorto!” (“Christòs anèsti - alithòs anèsti”) è il grido pasquale del cristiano!





...

Si ringrazia per la consulenza e la collaborazione la professoressa Emanuela Marinelli. Com’è caduto l’Uomo della Sindone? L’Uomo della Sindone, privo d forze per trasportare il patibolo fino alla cima del Gòlgota – perché le sofferenze precedenti ne avevano sfinito il Corpo martoriato – cadeva inesorabilmente e non aveva la possibilità di appoggiarsi con le mani legate alla trave.


...

Si ringrazia per la consulenza e la collaborazione la professoressa Emanuela Marinelli. Come hanno caricato sulle spalle dell’Uomo della Sindone il legno pesante della Croce, sopra le ferite della flagellazione? L’Uomo della Sindone mostra nella zona sovrascapolare destra e scapolare sinistra delle escoriazioni causate dallo sfregamento del patibolo (patibulum).


...

La Passione di nostro Signore Gesù Cristo va meditata, contemplata e amata. L’esegesi sia il poi... Possa lo Spirito guidare lo scrivente e dare luce a coloro che leggeranno. La contemplazione della Passione secondo Luca ci invita certamente a considerare il mistero del sacrificio di Gesù Cristo, ma ci indica anche l’amore col quale il Figlio di Dio si immola per la nostra salvezza.


...

Si ringrazia per la consulenza e la collaborazione la professoressa Emanuela Marinelli. Gesù ci invita a riflettere: <>. Don Yoannis Lahzi Gaid, segretario personale del Santo Padre e speaker per la lingua araba nelle Udienze Generali del mercoledì, in occasione dell’ostensione della Sindone, ci presenta questo sussidio per la preghiera.