Turismo in ginocchio. CNA: serve rilanciare il buono vacanze

3' di lettura 29/10/2020 - Dopo un’estate che aveva fatto sperare il turismo marchigiano, ora arriva la seconda ondata Covid: CNA Commercio e Turismo e ABC Turismo Osimo presentano le loro proposte per non far morire il settore

Un anno difficile per il turismo, che vede protrarsi anche nel periodo autunnale la crisi del settore. I numeri dell’estate marchigiana hanno fatto ben sperare, ma purtroppo l’attuale situazione dei contagi fa ripiombare il settore nella paura. Occorrono misure, incentivi e progetti che permettano di non buttare via i prossimi mesi che saranno sicuramente difficili e complessi.

La CNA Commercio e Turismo di Ancona e ABC Turismo Osimo (Associazione di 17 strutture extra alberghiere) hanno elaborato una serie di proposte e progetti da mettere in campo nei prossimi mesi. Queste proposte saranno presentate nel dettaglio anche al neo governatore Francesco Acquaroli. La rimodulazione del contributo vacanza è una di queste. I dati al 5 ottobre segnalano che sono stati spesi 144.050 euro su 1.200.000 euro di risorse disponibili. 2.881 sono stati i marchigiani che hanno richiesto il bonus e rimangono ancora a disposizione 1.055.950 euro. La scadenza è fissata per il 4 novembre, ma CNA e ABC ritengono necessario prorogarla fino alla fine del prossimo anno permettendo il riutilizzo senza limite ai turisti che lo hanno già utilizzato. Si chiede al al neo presidente di lavorare sull’approvazione del regolamento regionale per l’attribuzione del numero identificativo delle strutture extra alberghiere.

ABC Turismo con il supporto di CNA ha intenzione di sviluppare un progetto per allargare l’esperienza in rete: ad oggi sono 17 le strutture aderenti ed attraverso l’associazione si è creato un gruppo di acquisto (servizi, alimentari, etc.), si sono stampati materiali per la promozione delle strutture aderenti, si è creata una rete per evitare l’overbooking. L’esperienza più interessante è la nascita di una card ABC che permette ai turisti che pernottano in una delle strutture associate di ottenere sconti negli esercizi commerciali, nelle aziende agricole e negli artigiani affiliati.

L’obiettivo, nei prossimi mesi, sarà quello di allargare l’esperienza di ABC Turismo ad altre aree della provincia, in particolare quella di Ancona, per creare un grande network delle strutture extra alberghiere provinciale, in grado di presentarsi insieme.

“Pensiamo di spingere principalmente su due azioni da mettere in campo nei prossimi mesi, in quanto sarà un periodo anche più difficile per i nostri imprenditori rispetto alla ripartenza dal primo lockdown – dichiarano Giacomo Mugianesi e Francesca Cantori rispettivamente segretario CNA Commercio e Turismo e segretaria di ABC Turismo Osimo dobbiamo riflettere su nuove azioni che possano spingere in avanti tutto il settore turistico ed è per questo che chiederemo un incontro al neo presidente Acquaroli portando le nostre proposte, vanno prorogati i fondi destinati al contributo vacanza, magari permettendo a chi lo ha già utilizzato una volta di riutilizzarlo – concludono Giacomo Mugianesi e Francesca Cantori – Infine, vorremmo lavorare per rilanciare un progetto sinergico del territorio attraverso la buona esperienza di ABC Turismo, ampliando quanto già fatto, perché riteniamo che sia un progetto utile per tutte le strutture extra alberghiere viste le loro piccole dimensioni"






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-10-2020 alle 16:19 sul giornale del 30 ottobre 2020 - 250 letture

In questo articolo si parla di economia, osimo, cna, associazione, territorio, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bz9l





logoEV
logoEV