Questione recesso del Comune di Osimo dal Consorzio per l’Alta Formazione: "prendiamo atto con dispiacere di tale volontà"

1' di lettura 28/10/2020 - In merito alle notizie apparse sulla stampa in data odierna a proposito del recesso del Comune di Osimo dal Consorzio per l’Alta Formazione e lo Sviluppo della ricerca scientifica in diritto amministrativo, con sede a Palazzo Campana, all’ordine del giorno del Consiglio Comunale del 31 ottobre p.v., preso atto con dispiacere di tale volontà, è necessario precisare quanto segue.

Se il Comune, come era ed è suo dovere, avesse versato la quota sociale annuale i bilanci del Consorzio non avrebbero presentato alcun disavanzo e sarebbero in attivo (al riguardo si assiste ad una versione moderna della famosa favola del lupo e dell’agnello).

Gli attuali soci del Consorzio non sono soltanto il Comune di Osimo e l’Istituto Campana, ma anche l’Università degli Studi di Camerino, il Segretariato Regionale del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo per le Marche e il Tribunale Amministrativo Regionale delle Marche.

I corsi di perfezionamento e i master in diritto sanitario organizzati dal Consorzio sono sempre continuati e continuano anche nel periodo attuale. Si tratta di attività che hanno garantito una apprezzabile presenza universitaria nel territorio di Osimo, da sempre ferma aspirazione delle precedenti amministrazioni comunali.

Proprio il prossimo 6 novembre inizieranno infatti due corsi in diritto sanitario che si svolgeranno con modalità telematiche a causa dell’emergenza COVID, ma che torneranno in presenza a Palazzo Campana non appena sarà possibile.


Consorzio Alta Formazione e Sviluppo Ricerca Scientifia in Diritto Amministrativo





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-10-2020 alle 14:57 sul giornale del 29 ottobre 2020 - 579 letture

In questo articolo si parla di attualità, territorio, formazione, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bz1r





logoEV