Sgravi fiscali anche per le attività produttive delle Marche. Il sindaco di Loreto Niccoletti chiede l'intervento dei parlamentari marchigiani

1' di lettura 19/08/2020 - Aiuti e sostegni causa emergenza economica dovuta alla pandemia: il Governo con il decreto agosto ha approvato misure di sgravio fiscale sino al 30 per cento ad imprese e lavoratori del sud Italia nell'arco che va dalla Sicilia all'Abruzzo, Umbria compresa.

Il sindaco di Loreto Paolo Niccoletti, ha quindi preso carta e penna e scritto ufficialmente a tutti i parlamentari eletti nel territorio regionale - per conoscenza alle stesse organizzazioni di categoria, Confindustria, Confartigianato e CNA - affinché questi possano farsi portavoce presso il governo centrale della necessità "di sostenere anche la competitività degli operatori economici delle Marche.

Il provvedimento - continua Niccoletti- che giustamente va in aiuto alle attività produttive, così concepito, rischia di introdurre elementi di disparità e concorrenza anomala nei confronti di un territorio già pesantemente provato come quello marchigiano, confinante con alcune di quelle regioni che hanno ottenuto lo sgravio.

Le Marche stanno affrontando negli ultimi anni emergenze particolarmente gravi, a partire dal sisma del 2016, per questo ritengo opportuno un intervento tempestivo dei nostri rappresentanti parlamentari, cui chiedo di impegnarsi per ristabilire il dovuto equilibrio nei provvedimenti economici emanati dal Governo tali da non penallizzare la nostra regione".






Questo è un editoriale pubblicato il 19-08-2020 alle 09:59 sul giornale del 19 agosto 2020 - 91 letture

In questo articolo si parla di attualità, economia, politica, loreto, comune di loreto, sindaco, territorio, editoriale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/btFq





logoEV