Il presidente della Croce Rossa Francesco Rocca nelle Marche: «Abbiamo fatto la differenza e voi un esempio»

2' di lettura 25/07/2020 - «La Croce Rossa in epoca Covid ha fatto la differenza come non lo faceva dai tempi della Prima Guerra mondiale. E in questo momento storico le Marche sono state un esempio di unità, perché hanno dimostrato di avere la capacità di lavorare non come Comitati distinti, ma come un unico comitato, arrivando dovunque, in uno dei momenti più duri dal dopoguerra ad oggi. Lo avete dimostrato con il campionamento sierologico sul Covid-19. Grazie alla vostra regione a tutti voi per il lavoro che avete svolto e state svolgendo».

Si è rivolto così il Presidente Nazionale di Croce Rossa Italiana, l'avvocato Francesco Rocca, all'Assemblea di Croce Rossa Marche che ieri, per l'occasione, si è riunita nella sala conferenze di Villa Gens Camuria a Camerano. Alle ore 18,30, oltre ai Presidenti dei 32 Comitati Territoriali ed alla presenza del Presidente Nazionale, è arrivato anche il presidente di CRI Marche Andrea Galvano il quale, dopo un bilancio dei primi 50 giorni di insediamento, ha ricordato l'impegno di tutti i Comitati marchigiani nell’emergenza da Coronavirus e poi ha rilanciato il progetto di un Centro di Formazione regionale: «Il nostro fiore all'occhiello è la formazione, non solo quella interna, ma anche quella che saremo chiamati a fare all'esterno per cui auspico che venga autorizzato prima possibile». Ieri è stata una giornata importante perché, oltre all’Assemblea, c’è stata l'ufficializzazione di una maxi donazione da parte del gruppo Gabrielli alla Croce Rossa (oltre che alle associazioni Anpas Marche e Abruzzo) per un totale di 1 milione di euro per sanificatori e sedie scendiscale.

Quello di oggi è un giorno da incorniciare per la Croce Rossa marchigiana perché il Presidente Nazionale Rocca sarà a Camerino, dove, alle ore 15, ci sarà il taglio del nastro dei nuovi alloggi all'Università di Camerino per studenti stranieri. Un progetto reso possibile grazie all'impegno di Croce Rossa Italiana e Croce Rossa Canada. «Ora arriva un momento decisivo - ha poi concluso il Presidente Rocca ieri - Ci attendiamo un rilevante flessione verso il basso del welfare della popolazione, non solo per il settore del turismo, ma in generale perché è cambiato il nostro modo di vivere.

È un'altra emergenza a cui saremo chiamati, raccogliendo dati e informazioni che possano mettere i comitati nella posizione di avere risorse per affrontarla. Sarà fondamentale mantenere salda la fiducia dei nostri donatori. Mi affido alla vostra saggezza e vi lascio con un appello: abbiamo di fronte un paese ferito e diviso per cui, anche se è difficile perché ognuno di noi reagisce diversamente a ciò che ha di fronte, esercitiamo quanto più possibile la neutralità perché dovremmo essere uniti e capaci di unire."


Croce Rossa Italiana- Comitato Regionale Marche







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-07-2020 alle 12:20 sul giornale del 27 luglio 2020 - 253 letture

In questo articolo si parla di attualità, volontariato, territorio, comunicato stampa, covid 19

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/brCS





logoEV