Offagna: Presentato il cartellone degli eventi estivi. Nuovo format per le Feste medievali: cene e Disfida con prenotazione obbligatoria

5' di lettura 11/07/2020 - Il Covid stravolge le rievocazioni storiche di Offagna. Non ci sarà la classica full immersion di una settimana con spettacoli, stand e mercatini aperti a tutti. Le tradizionali Feste medievali cambiano veste e si trasformano in tanti piccoli eventi lungo tutta l’estate, con visite guidate alla Rocca abbinate a degustazioni, cene in piazza e la Disfida in Arme tra i rioni spostata al vecchio campo sportivo.

Ma tutto con prenotazione obbligatoria e a numero chiuso per rispettare i protocolli anti-Covid sui quali ha lavorato la commissione sicurezza su richiesta del Comune. Il cartellone degli eventi, che parte già lunedì prossimo (13 luglio) e terminerà il 10 settembre, è stato presentato ieri in sala consiliare dal vicesindaco Tiziana Socci e dall’assessore al turismo Fabrizio Bartoli.

Il sindaco Ezio Capitani, assente per altri impegni, ha comunque lasciato il suo messaggio di soddisfazione “per essere riusciti -dice-, anche in questo anno così difficile, a stilare un calendario di manifestazioni che, pur prive della tradizionale settimana delle Feste medievali, è in grado di offrire un pacchetto turistico e culturale di grande qualità, coprendo l'intera stagione”. E per questo ha ringraziato il Comitato Feste Offagna, i rioni e le altre associazioni coinvolte, compreso il Polo Museale, ma anche l’associazione Riviera del Conero, la Regione e gli sponsor che hanno dato un sostegno concreto in un momento delicato.

La vicesindaca Tiziana Socci ha evidenziato che “per noi offagnesi ascoltare la sera il suono dei tamburini che fanno le prove è stato rincuorante dopo mesi di emergenza sanitaria, sarebbe stato troppo triste annullare le rievocazioni storiche”. Come ha ricordato anche l’assessore Fabrizio Bartoli: “abbandonare l’edizione 2020 non era pensabile, ci siamo mossi subito per organizzare degli eventi mantenendo l’atmosfera medievale che ci caratterizza nel rispetto dei protocolli di sicurezza, soprattutto per dare seguito alla Disfida in Arme e al lavoro dei nostri giovani impegnati nel Gruppo Storico Offagna, che allestiranno le animazioni”.

E Alessio Rosati, presidente del Gruppo Storico Offagna, spiega che “visti i vincoli stringenti non potremo organizzare spettacoli troppo articolati ma siamo comunque lieti di poterci esibire e ritrovarci anche quest’anno. Ci saremo non solo per le cene medievali ma anche per la Disfida in Arme” con i giovani impegnati nelle animazioni, nei tamburi e gli sbandieratori. Agnese Cariddi, del Polo Museale, ha evidenziato invece che «dalla riapertura della Rocca a inizio luglio, dopo i lavori di adeguamento all’impianto elettrico da parte del Comune, stiamo riscuotendo tanto entusiasmo dei turisti, 160 in un solo giorno, questo ci dà nuovi stimoli per promuovere il borgo i suoi tre musei”.

Quello della Rocca sarà aperto questa estate tutti i giorni sia mattino che pomeriggio, mentre il museo della Liberazione e quello Paolucci di scienze naturali il sabato e la domenica mattino e pomeriggio. Dunque al posto della settimana di Feste medievali, ecco i weekend di “Cene medievali” in piazza della Contesa, dove di solito si tengono gli spettacoli e la Disfida in Arme. Niente più tribune, ma solo grandi tavolate per ospitare per quattro venerdì e sabato sera 150 commensali che degusteranno cene dell’Età di Mezzo organizzate dal Ristorante Le Donzelle il 17-18 luglio e 24-25 luglio, dal catering del rione San Bernardino il 7-8 agosto e dal ristorante Il Cresciolo il 14-15 agosto.

Oltre alla cena, al costo di 35 euro e con prenotazione obbligatoria al 3343907853, si potranno ammirare gli spettacoli dei gruppi Carantos, Menestrelli, Tamburini, Sbandieratori e Signo Gladi, mentre gli animatori dei rioni organizzeranno delle piccole sfilate in costume e poi le esibizioni di falconieri e del gruppo teatrale di giovani offagnesi. A queste cene medievali del weekend il Comune e le associazioni del borgo hanno affiancato altri eventi infrasettimanali. Di lunedì, il 13 e 27 luglio, il 10 e 24 agosto, ecco le “Visite alla Rocca” con gruppo di massimo 20 persone (diviso in due nei saloni del museo delle Armi antiche), seguite alla fine da degustazioni di vini alle cantine Malacari e Vigna della Cava. Anche qui prenotazione obbligatoria al 3921302383 con appuntamento al via alle ore 17 al prezzo di 20 euro. Altra novità il martedì alle 20,30, con le sei “Cene alla Rocca” (21 luglio, 4, 18 e 25 agosto, 1 e 8 settembre).

Se ne occuperà il ristorante Il Cresciolo, che proporrà delle cene esclusive per massimo 25 persone all’interno della Rocca: un panorama unico e un’atmosfera suggestiva, con suonatrice d’arpa e due diversi menù al costo di 60 euro. Infine tornano gli “Aperitivi alla Rocca” che già l’anno scorso avevano ottenuto un bel successo: nove gli appuntamenti, tutti i giovedì alle ore 19 dal 16 luglio al 10 settembre. In questo caso è il ristorante Le Donzelle che proporrà un aperitivo dentro la Rocca al termine di una visita guidata. Il pacchetto prevede prenotazione al 3921302383 per massimo 40 persone al prezzo di 15 euro.

Infine la classica Disfida in Arme tra i quattro rioni di Offagna (Croce, Sacramento, San Bernardino e Torrione) si terrà il 31 luglio e l’1 agosto, non più in piazza ma al vecchio campo sportivo Falaschi, con la protezione civile che gestirà l’ingresso gratuito per un massimo di 800 spettatori. Confermate le quattro sfide a balestra, arco, mazzaferrata e lancia che porteranno uno dei rioni a vincere la trentatreesima edizione della Contesa della Crescia. Il pubblico potrà usufruire anche dello stand gastronomico che verrà allestito dal rione Sacramento e dall’associazione Giovane Offagna.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-07-2020 alle 18:11 sul giornale del 13 luglio 2020 - 800 letture

In questo articolo si parla di attualità, estate, spettacoli, offagna, eventi, territorio, comune di Offagna, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bqr3





logoEV