Tamberi show, Barontini in pista: bentornata Atletica.

2' di lettura 26/06/2020 - È di nuovo atletica. A quattro mesi dall’ultima gara nelle Marche, un bel pomeriggio di sport al campo Italico Conti di Ancona segna il rientro all’attività con lo show di Gianmarco Tamberi, protagonista della sfida virtuale di salto in alto che vede il successo del team italiano contro il Resto del mondo.

Per Halfshave stavolta il risultato è di 2.21 al secondo tentativo, prima di tre errori a 2.24, mentre nell’esordio di sabato a Formia aveva superato 2.25. In questa formula contava soprattutto il risultato di squadra e con il 2.21 realizzato alla prima prova da Stefano Sottile sulla pedana di Giaveno, alle porte di Torino, arriva la vittoria della coppia azzurra nei confronti del bahamense Jamal Wilson e del tedesco Mateusz Przybylko, entrambi a 2.18. Un format particolare, diverso dal solito, ma intanto si rientra in gara dopo il lockdown. In una manifestazione a porte chiuse per il pubblico, ripartenza valida per l’atletica marchigiana con tanta voglia di esserci per tornare a respirare il clima agonistico.

Sulla pista di casa Simone Barontini (Fiamme Azzurre) rompe il ghiaccio con un test nei 400 in 49”48, crono poco significativo a oltre due secondi dal suo primato (47”20 nella scorsa stagione) e a pochi giorni dal debutto nei “suoi” 800 metri di cui è campione italiano assoluto, previsto nell’appuntamento di domenica che attende anche una nuova gara per Tamberi. Il vento contrario sul rettilineo frena i velocisti dei 100 schierati in modalità semi-alternata, in base al protocollo meno restrittivo e aggiornato proprio a poche ore dall’inizio del meeting: si corre quindi con due corsie libere sulle otto a disposizione.

Una brezza che non impedisce di firmare il nuovo record personale alle promesse Alessandro Moscardi (Sef Stamura Ancona) in 11”15 (-1.3) e Michele Ferracuti (Sport Atl. Fermo) con 11”26. Tra le donne affermazione di Benedetta Boriani (Sef Stamura Ancona) in 12”90 (-1.8) e nei 400 dell’allieva Greta Antolini (Sport Atl. Fermo, 1’02”39) mentre nel lungo 4.98 (+1.5) di Beatrice Polenta (Sef Stamura Ancona) e sui 400 di Barontini cresce il 21enne Nicola Calcabrini (Grottini Team Recanati) con 51”83. Mai come stavolta però i risultati passano in secondo piano e si riparte da qui.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-06-2020 alle 22:21 sul giornale del 27 giugno 2020 - 252 letture

In questo articolo si parla di sport, atletica, fidal marche, gare, atleti, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bpdU