Progetto Osimo Futura: "anche ad Osimo è arrivata la sindrome del lockdown"

2' di lettura 21/05/2020 - Con la pandemia molti dei nostri governanti, di tutti i livelli, di punto in bianco si sono trasformati in decisionisti, pronti a puntare il dito contro chiunque osi contraddire il loro modo di amministrare.

Anche Osimo non è sfuggita alle conseguenze della sindrome del lockdown con il sindaco Pugnaloni che stigmatizza qualsiasi proposta dell’opposizione senza mai rispondere nel merito. Se le Liste Civiche criticano il bilancio chiedendo l’azzeramento delle imposte, il primo cittadino non risponde nel merito sostenendo la bontà dell’attività amministrativa, ma si limita soltanto ad affermare che loro hanno fatto peggio quando erano alla guida della città.

Progetto Osimo Futura crede che così non si deve comportare chi governa la città, alle proposte si deve rispondere con fatti concreti. Se il momento storico di pandemia può giustificare un temporaneo accentramento dei poteri non può giustificare il modo con cui le opposizioni vengono trattate. Un’opposizione che nella nostra città viene svolta da diversi movimenti che hanno sempre avanzato delle proposte che meritano di essere discusse senza rivangare sulle differenze politiche, sul passato o sul futuro.

Noi chiediamo questo, speriamo che la sindrome del lockdown perda la sua carica virale e che si possa fare politica nel miglior modo possibile senza arrivare a denigrare l’avversario. Come è successo di recente con un’esponente politica, alla quale va tutta la nostra solidarietà, per la questione delle aperture limitate del cimitero.

Ad Osimo questo modus operandi sta andando avanti da troppo tempo, Progetto Osimo Futura è per il dialogo costruttivo, noi ci siamo e speriamo che questo invito venga colto dalle altre minoranze e sia recepito dal sindaco Pugnaloni. Ci aspettiamo un netto cambio di atteggiamento nei confronti dell’opposizione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-05-2020 alle 17:28 sul giornale del 22 maggio 2020 - 664 letture

In questo articolo si parla di politica, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bl0R





logoEV