Castelfidardo: Ascani fa il punto della situazione, "In questa fase è estremamente importante non abbassare la guardia"

2' di lettura 06/04/2020 - Nella giornata di domenica, il Sindaco di Castelfidardo Ascani , attraverso la sua bacheca social ha fatto il punto della situazione sui contagi nel suo comune, dichiarando che al momento 15 sono le persone positive e 30 quelle in quarantena; con un aumento di 2 positivi in più rispetto alla scorsa settimana.

Altro aspetto, sempre legato all'emergenza da Coronavirus sul quale il Sindaco si è promunciato sono le mascherine, i DPI e i prodotti per l'igienizzazione non sono ancora arrivate sul territorio,con un conseguente ritardo sulla consegna delle mascherine anche alle famiglie. Ascani dichiara: " Pur migliorando la situazione generale delle forniture, anche grazie alle donazioni di aziende e privati, considero ancora prioritaria la consegna di queste protezioni a tutti i soggetti che sono maggiormente esposti al contagio. Al momento non ci sono pervenute segnalazioni sui tentativi di truffe come in alcuni Comuni limitrofi ma in ogni caso faccio un appello alla cittadinanza di avvisare il maggior numero di persone, soprattutto anziani, che l’amministrazione al momento NON STA EFFETTUANDO CONSEGNE A DOMICILIO DI MASCHERINE."

La situazione inve nella casa di riposo è la seguente: "venerdì 3 aprile c’è stato un sopralluogo di Medici Senza Frontiere la quale ha evidenziato una buona organizzazione della situazione emergenziale sia dal punto di vista logistico che sui metodi utilizzati per la salute di tutti gli ospiti e degli operatori sanitari. Il dato più confortante è che, a differenza delle prime settimane di Marzo dove i decessi avevano una frequenza preoccupante, negli ultimi 9 giorni si è verificato 1 solo decesso e non riconducibile a Corona Virus. Segnale che la situazione sta migliorando in maniera concreta. Le psicologhe stanno tenendo aggiornati i parenti degli ospiti in maniera giornaliera anche con videochiamate"

Al via, a seguito dell'Emergenza da Coronavirus anche i buoni spesa alimentare, con circa 200 domande arrivate negli uffici preposti, un numero commenta il Sindaco :"un numero di richieste al di sotto delle aspettative. Se continua a questo ritmo accontenteremo tutte le richieste e potremo, eventualmente riaprire i termini e integrare le somme messe a disposizione. Sottolineiamo che il fondo sarà sufficiente ad accontentare dalle 400 alle 500 famiglie ma se necessario integreremo anche con le donazioni o con fondi comunali.






Questo è un articolo pubblicato il 06-04-2020 alle 09:29 sul giornale del 07 aprile 2020 - 3233 letture

In questo articolo si parla di attualità, sindaco, comune, sostegno alle famiglie, casa di riposo, dati, articolo, emergenza coronavirus

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bi7o





logoEV