Fabriano: Continua il calo demografico: Fabriano perde nel 2019 altri 400 residenti

fabriano 1' di lettura 18/01/2020 - Più decessi che nascite, anche perché a Fabriano, oggi, anagraficamente, si può soltanto morire. Tra gli deludenti effetti di fine anno il calo consistente di ben 400 residenti tra Fabriano e le frazioni. Non si ferma l’emorragia demografica sotto quota 30mila abitanti.

Secondo i dati dell’uf­ficio anagrafe, al 31 ottobre erano 30.220 gli abitanti, ovvero 395 in meno rispetto al 2018, che segnava quota 30.615. Il 2019 è il sesto anno consecutivo di decrescita: dieci anni fa superate 32mila persone persone. In meno di tre anni 1.000 soggetti hanno lasciato Fabriano. Il trend coincide, come è ovvio, con la crisi occupazionale che riguarda anche gli stranieri, scesi, a ­ ne ottobre, a 3.084: 800 in meno rispetto ai livelli massimi di inizio 2000.

Oscillano, invece, le persone che provvisoriamente dimorano a Fabriano e che non si trovano ancora in condizione di stabilirvi la residenza. Continuando con questo andamento, già nella seconda metà del 2020 Fabriano potrebbe diventare una città con la quota residenziale al di sotto dei 30mila abitanti. Dati e cifre che diventano interrogativi inquietanti sul futuro della città e sulle cui cause giocano fattori come perdita di servizi sanitari, crisi aziendali, del commercio e degli istituti di credito.






Questo è un articolo pubblicato il 18-01-2020 alle 13:05 sul giornale del 20 gennaio 2020 - 547 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, fabriano, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bfcg