Senigallia: Senigallia pronta ad ospitare il primo Festival Epicureo

3' di lettura 23/08/2019 - Si svolgerà dal 28 al 31 agosto il Festival Epicureo, una serie di iniziative che metteranno al centro la filosofia epicurea, non tralasciando momenti di riflessione, confronto, ma anche convivialità.

Il tema del festival nasce da una frase di Epicuro, la Massima Capitale 27: “Di tutte le cose che la sapienza procura in vista della vita felice, il bene più grande è l’amicizia.” che pone l’accento sulla felicità, da sempre caratteristica principe della filosofia di Epicuro, e sull’amicizia, necessaria per poter ottenere la prima.

Il festival è organizzato dal quotidiano online della città e del territorio Vivere Senigallia con la collaborazione del Comune di Senigallia.

"Quando mi è stato proposto questo Festival di filosofia dedicato ad un filosofo, Epicuro, che ha insegnato come essere felici - afferma il sindaco Maurizio Mangialardi - ho subito apprezzato la possibilità per i cittadini di un appuntamento di riflessione e confronto per migliorare le relazioni. Sarà interessante ascoltare qualche regola, qualche consiglio di Epicuro per l'amicizia e la felicità. Grazie anche a Michele Pinto, direttore del Festival, che ha fatto di una sua grande passione un fatto collettivo.

"Sarà un Festival in cui Epicuro sarà protagonista insieme alla città di Senigallia - spiega Michele Pinto - grazie ai luoghi della città messi a disposizione per le varie iniziative. Sono diversi gli appuntamenti proposti con l’obiettivo di diffondere la filosofia, in particolare quella del Maestro di Samo, in maniera semplice, anche a chi non ha una formazione specifica".

Da non perdere la mostra a Palazzetto Baviera "Il Giardino di Epicuro", per conoscere il pensiero del filosofo greco e la mostra alla Biblioteca Comunale "Mostra fotografica: Amore/Amicizia Bellezza/Felicità a cura dell'Associazione Carlo Bugatti, Amici del Musinf.

Si parte giovedì 29 agosto con l'anteprima, un appuntamento al cinema Gabbiano con la proiezione di un cortometraggio dedicato a felicità e amicizia di Andrea Carli, per poi assistere alla proiezione del documentario di Alain De Botton "Filosofia una guida per la ferlicità -Epicuro sulla felicità".

Venerdì a Palazetto Baviera a partire dalle 18 al Raffaello Hotel una serie di incontri e presentazioni con Grazia Talia Calvi, il monaco Zen Salvatore Shogaku Sottile, Roberto Contessi mentre alle 21.30 Catia Urbinelli della compagnia teatrale Nuovo Melograno declamerà i versi del poeta epicureo Lucrezio all’interno dell’area archeologica della Fenice.

Sabato si ricomincia all'alba con una sessione di meditazione zen di fronte al mare Adriatico. A seguire colazione greca a cura di "Co' magnam stasera?"

Lo chef Niko Pizzimenti ha realizzato per il pranzo di sabato un menù greco interamente basato sui piccoli frammenti che Epicuro ci ha lasciato sul cibo. Non mancheranno le fave con le quali Epicuro salvò i suoi discepoli dalla carestia del 309 a.C. o il pentolino di formaggio con il quale il maestro intendeva “gozzovigliare”. Ne, ovviamente, il pane e l’acqua che “danno il piacere più pieno a chi ha sete e fame”.

Nel pomeriggio gli appuntamenti vedranno susseguirsi sul palco nomi come Elena Irrera, Ilaria Gaspari, Roberto Contessi e il professore dell’Università Cattolica di Milano Roberto Radice.

E domenica verranno inaugurati i graffiti realizzati dai writer dell’associazione culturale JassArt che, armati di bomboletta spray, scriveranno le frasi di Epicuro sull’amicizia sui muri del sottopasso pedonale di via Mamaini, che collega il centro città con il mare, a beneficio dei cittadini di Senigallia e dei turisti.

"Un evento che mancava nelle proposte culturali della città - sottolinea l'assessore alla Curtura Simonetta Bucari - tre giornate intense, con incontri di vario genere e una pluralità di linguaggi".








Questo è un articolo pubblicato il 23-08-2019 alle 17:35 sul giornale del 24 agosto 2019 - 1253 letture

In questo articolo si parla di cultura, vivere senigallia, redazione, Sara Santini, articolo