Beni culturali, Verducci (PD): "Da Bonisoli scippo alle Marche, a rischio lavoro per ricostruzione"

1' di lettura 21/08/2019 - È pazzesco che il Ministro Bonisoli, poche ore prima della caduta del governo, abbia dato il via libera a un decreto di riorganizzazione del Ministero dei beni culturali, addirittura senza la dovuta e necessaria concertazione con le parti sociali e di rappresentanza.

Gravissimo inoltre che il polo museale delle Marche si veda sottratto il Segretariato Regionale, con il suo trasferimento a Perugia. Si tratta di un ufficio vitale per la programmazione dei Musei marchigiani, in quanto stazione appaltante, gestore dei grandi finanziamenti, dei fondi e dei lavori su tutto il territorio regionale. Il Ministro, un attimo prima di lasciare il proprio dicastero, taglia le risorse ai territori e prevede il trasferimento e l’accentramento delle responsabilità direttamente su Roma.

Un danno enorme alle Marche, laddove il Segretariato Regionale ha svolto un ruolo difficilissimo nel coordinamento di tutte le azioni legate al terremoto, alle ricostruzioni e ai restauri. Un lavoro fondamentale che viene di fatto smantellato. Il decreto va assolutamente ritirato. È uno scempio e un colpo basso al sistema culturale marchigiano.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-08-2019 alle 17:52 sul giornale del 22 agosto 2019 - 617 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, marche, pd, Beni Culturali, governo, ricostruzione, verducci, bonisoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a0Tw





logoEV