Loreto come Assisis e San Giovanni Rotondo:il punto di primo intervento serve

2' di lettura 14/07/2019 - Un semplice PAT (Presidio Ambulatoriale Territoriale) non è sufficiente per Loreto, che supporta le esigenze di un territorio ben più vasto e che ogni anno accoglie migliaia tra turisti e pellegrini: il sindaco della città mariana, Paolo Niccoletti, ha espresso chiaramente la sua posizione mercoledì scorso (10 luglio, ndr) durante l’audizione della quarta commissione sanità della Regione marche, alla quale hanno partecipato i sindaci interessati agli sviluppi del redigendo piano sanitario marchigiano.

Le aspettative della comunità mariana in tema di sanità sono chiare: ‘Pur non rivendicando il ripristino di un ospedale generalista come un tempo – ha evidenziato il sindaco Niccoletti – ci sono particolari aspetti su quali porre attenzione, come l’evoluzione dei laboratori analisi, l’utilizzo delle sale operatorie, il dialogo tra i sistemi informatici di Asur ed Inrca, ma è soprattutto necessario un punto di primo intervento presso l’ospedale Santa Casa di Loreto.

I fatti al momento confermano l’inadeguatezza di un semplice PAT a supporto delle esigenze di un territorio che è ben più vasto’. Nel 2018, sono stati 9.700 gli accessi registrati al PAT e 4.750 al 30 giugno 2019. Questi dati certificano il servizio offerto ad un bacino compreso tra Porto Potenza Picena, Porto Recanati, Loreto, Castelfidardo, Camerano, Sirolo e Numana.

‘Tutta questa vasta area – continua Niccoletti - è sprovvista di un qualificato punto di riferimento nel sistema emergenza/urgenza e gli utenti di questa zona percepiscono come naturale l’approdo al Santa Casa di Loreto in caso di necessità.

C’è inoltre l’aspetto non meno importante del notevole afflusso di turisti e pellegrini che ogni anno giungono nella nostra riviera e in particolar modo su Loreto, una città santuario che dovrebbe ragionare in modo analogo a quanto avviene in altri centri di spiritualità internazionale come Assisi, Pompei e San Giovanni Rotondo’.

Le osservazioni di Niccoletti sono state condivise dai vari consiglieri regionali presenti al di là del colore politico, dalla Lega ai Fratelli d’Italia al Pd, e gli stessi consiglieri regionali hanno a loro volta rimarcato l’importanza di Loreto in termini religiosi e turistici, concordando con la necessità di avere per questo centro una risposta sanitaria adeguata in analogia con quanto avviene nelle altre importanti città santuario italiane.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-07-2019 alle 07:35 sul giornale del 15 luglio 2019 - 1235 letture

In questo articolo si parla di cultura, territorio, città, primo soccorso

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a9Cn





logoEV