Offagna: Festa al vecchio campo sportivo Falaschi. Sabato 13 e domenica 14 Tinkunaku, due giorni di musica, giochi e carne

2' di lettura 10/07/2019 - Rinviata a maggio per maltempo, il prossimo weekend si terrà al vecchio campo sportivo Falaschi la festa della Giovane Offagna San Biagio Anconitana, ribattezzata Tinkunaku Fest. Una parola Quechua, la lingua degli indigeni dell'America Latina che significa “INCONTRO”.

Ogni anno la società sportiva organizza una festa per chiudere la propria attività, salutare le famiglie, ringraziare gli allenatori e i collaboratori. Ma negli ultimi anni la festa si sta allargando, di pari passo con la crescita della società (dai 50 tesserati del 2015 agli attuali 133).

Ecco perché quest’anno si è scelto di dare un nome originale a questo appuntamento. “Ci ha aiutato il nostro presidente onorario don Sergio Marinelli che per anni –ricorda il presidente Alessandro Andreoli- è stato missionario in terra d'Argentina e la parola Tinkunaku nasce proprio da lì.

Significa incontro e ci pareva bello utilizzare proprio questa parola che ben racchiude il senso che vorremmo dare a questa festa: un appuntamento aperto a tutti, che sia occasione di incontro, di integrazione, di socializzazione, di festa.

Tutti elementi che rispecchiano i valori che come società sportiva abbiamo messo alla base del nostro operare: socialità, integrazione, inclusione, qualità”. Si è pensato quindi a dei momenti di gioco delicati ai bambini più piccoli, ci saranno giochi a premi per tutte le età, la musica con tre complessi musicali e possibilità di ballare e divertirsi (sabato 13 con Weekend band e Andrea Dj, domenica 14 con Elvis Boulevard).

E ovviamente ci sarà lo stand gastronomico grazie allo staff di Qualità e Amore che per l’occasione oltre alla carne alla griglia ha pensato anche a menu vegetariani. Per non dimenticare poi il triangolare di calcetto dove sono state coinvolte tre squadre rispettivamente composte da giocatori italiani, africani e sudamericani.

“Perché il calcio – come ricorda lo stesso Andreoli - può e deve essere strumento di integrazione e dialogo e queste iniziative rappresentano una importante occasione in questo senso. Questa è la prima edizione ma già stiamo pensando al futuro perché il tinkunaku diventi una grande esperienza di inclusione e di incontro a partire dallo sport e non solo...”

Anche questo evento sarà plastic free a conferma dell’attenzione alle tematiche ambientali. Insomma ci sono tutti gli ingredienti per stare insieme divertirsi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-07-2019 alle 23:12 sul giornale del 11 luglio 2019 - 803 letture

In questo articolo si parla di sport, festa, calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a9v2





logoEV